Aiguille de l’Eveque: La Mémoire du Glacier

Nuova via moderna al Monte Bianco

06 novembre 2009     Avevamo dato conto nelle scorse settimane delle nuove vie in stile trad dell’inglese Toni Penning sulle pareti dell’Eveque, ai piedi delle Grandes Jorasses e sospese sopra i prati di Val Ferret. In zona, a settembre, c’è stato anche un team di alpinisti torinesi con il pallino dell’esplorazione, che ha aperto un gradevole itinerario moderno sulle placche lisciate dal ghiacciaio del Fréboudze.   In effetti l’obiettivo originario era la parete sud est dell’Eveque, soprastante il gradino roccioso sul quale hanno tracciato Mémoire du Glacier (che poteva essere una piacevole via di accesso alla bastionata superiore) ma ancora ignoravano la ragnatela di itinerari inventati da Penning e compagni sulla stessa muraglia.   ms   Ecco la scheda tecnica preparata da Elio Bonfanti     Lunghezza 360 metri Versante Sud est Quota base : Circa 2000 metri. Diff max 6a obbl 5c+ Primi salitori : E Bonfanti, R Roetti, P Stroppiana, 05/09/2009 - 06/09/2009 – 26/09/2009.   Materiale : Possono risultare utli ma non indispensabili Friends Bd 0,3# - 0,5# - 0,75# - 1# - 2# 10 rinvii Corde da 60 metri Discesa in doppia sulla via. Con corde da 60 metri è possibile scendere direttamente da S6 a S4    Note: Godibile via di placca che si sviluppa sulle rocce di risulta dal ritiro del ghiacciaio di Freboudze. Ambiente molto suggestivo al cospetto della est delle Jorasses. La chiodatura è a Fix inox da 10 m/m. In alcuni tratti è piuttosto spaziata ma mai pericolosa. La roccia è molto aderente.     Avvicinamento: Dalla val Ferret prendere il sentiero per la Capanna Gervasutti e seguirlo restando sulla dx orografica del torrente, al limite della zona boschiva. Giunti contro le prime barre rocciose seguire gli ometti e le tracce che le aggirano e cominciano a salire verso sinistra in direzione di un ripido canalino (ometti). Superatolo brevemente, salire al meglio in obliquo verso destra (ometti) sin sotto una bastionata rocciosa dove traversando ancora a destra si raggiungono delle cascatelle che tagliano il terrazzamento. Proseguire (ometti) in orizzontale e pervenire su una vasta pietraia sotto le evidenti placche rocciose di risulta del ghiacciaio di Freboudze. Quindi dirigersi ripidamente aggirando un primo speroncino rotto in direzione di un secondo sperone più compatto appena sopra. Ometto alla base. Contare circa 1,15 dall' auto.
Upclimbing 740x195px giugno2022 tuner

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875