All’attacco del K2 in invernale

Due team internazionali si preparano a partire

27 dicembre 2018
Sarà un inizio dell’anno movimentato in Himalaya, con ben due team internazionali che andranno all’attacco del K2 in invernale.

Uno dei due gruppi sarà guidato dal basco Alex Txikon, che ha già al suo attivo numerose spedizioni e una prima salita invernale al Nanga Parbat (febbraio 2016, con Simone Moro e Ali Sadpara). Insieme a Txikon ci saranno i due polacchi Marek Klonowski e Paweł Dunaj, cinque Sherpa: Chhepal Sherpa, Nuri Sherpa, Pasang Sherpa, Geljen Sherpa, Hallung Sherpa; lo spagnolo Felix Criado. Secondo Txikon il successo della spedizione è legato soprattutto alla capacità di prendere le decisioni migliori e alla logistica. Gli alpinisti devono sapersi muovere con intelligenza ed empatia nei confronti della montagna e dei suoi abitanti, con rispetto.

L’altro gruppo che tenterà la prima salita invernale del K2 è guidato dal kazako Vassily Pivtsov e composto dai suoi connazionali Tursunali Aubakirov, Ildar Gabbasov, Dmitry Muraviov; dai russi Artem Brown, Roman Abildaev, Vitaly Akimov, Eugeny Glazunov, Pavel Vorobjov; dai kirghisi Mikhail Danichkin e Serguey Seliverstov.

Sempre secondo Txikon, la presenza delle due squadre non porterà necessariamente a una competizione feroce. La cooperazione sarebbe senz’altro più utile a entrambi i gruppi, che condivideranno tra l’altro lo stesso campo base.

Il K2 è l’unico Ottomila che non è ancora stato scalato in inverno. Di seguito la lista cronologica delle prime invernali agli altri 13:

  1. Everest (8848 m) - Krzysztof Wielicki (Polonia), Leszek Cichy (Polonia), 1980
  2. Manaslu (8163 m) - Maciej Berbeka (Polonia), Ryszard Gajewski (Polonia),1984
  3. Dhaulagiri (8167 m) - Andrzej Czok (Polonia), Jerzy Kukuczka (Polonia), 1985
  4. Cho Oyu (8188 m) - Maciej Berbeka (Polonia), Maciej Pawlikowski (Polonia), 1985
  5. Kangchenjunga (8586 m) - Krzysztof Wielicki, Jerzy Kukuczka, 1986
  6. Annapurna (8091 m) - Jerzy Kukuczka, Artur Hajzer (Polonia), 1987
  7. Lhotse (8516 m) - Krzysztof Wielicki, 1988
  8. Shishapangma (8027 m) - Piotr Morawski (Polonia), Simone Moro (Italia), 2005
  9. Makalu (8485 m) - Simone Moro (Italia), Denis Urubko (Kazakistan), 2009
  10. Gasherbrum II (8035 m) - Simone Moro, Denis Urubko, Cory Richards (USA), 2011
  11. Gasherbrum I (8080 m) - Adam Bielecki (Polonia), Janusz Gołąb (Polonia), 2012
  12. Broad Peak (8051 m) - Adam Bielecki, Maciej Berbeka, Tomasz Kowalski, Artur Małek (Polonia), 2013
  13. Nanga Parbat (8126 m) - Simone Moro, Muhammad Ali Sadpara (Pakistan), Alex Txikon (Spagna) 2016

Fonte: rockandice.com

740x195 climbingpro

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875