Carlos Soria punta al Dhaulagiri

Testato con successo il “nuovo ginocchio” dell’alpinista ottantenne

23 agosto 2019
Carlos Soria punta al Dhaulagiri: la partenza è prevista per fine mese.

L’instancabile alpinista, ormai ottantenne, si è sottoposto in ottobre del 2018 a un’operazione di protesi di rotula. Il primo agosto di quest’anno ha testato con successo il “nuovo ginocchio” raggiungendo la cima del Picco Lenin o Ibn Sina, 7134 m. Questa ascensione non è stata solo una valida prova per valutare la mobilità dell’articolazione operata, ma anche un ottimo allenamento in preparazione alla prossima spedizione.

Il Dhaulagiri sarebbe, per Carlos Soria, il tredicesimo Ottomila. Quelli già saliti sono, in ordine cronologico: Nanga Parbat, Gasherbrum 2, Cho Oyu, Everest, K2, Broad Peak, Makalu, Gasherbrum 1, Manaslu, Lhotse, Kanchenjunga, Annapurna. Oltre al Dhaulagiri gli manca lo Shisha Pangma, del quale però ha già raggiunto la cima centrale, leggermente più bassa rispetto alla cima principale.

Fonte: social network Carlos Soria.

740x195 climbingym

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875