Condizioni della neve-9 novembre

Compendio dei principali bollettini neve e valanghe per l’arco alpino

09 novembre 2018
Di seguito un riassunto delle condizioni della neve sull’arco alpino tratto dai principali bollettini regionali e nazionali.

Il breve assaggio d’inverno dei giorni passati ha spinto i più irriducibili a “tirar fuori” gli sci. Data l’evoluzione di tempo e temperature, questa potrebbe rivelarsi una falsa partenza. Durante la settimana appena trascorsa, piuttosto umida, il limite delle nevicate sull’arco alpino è stato mediamente elevato (sopra i 2000-2500 m). La neve in alta quota ha spessori importanti (vedere il video pubblicato sopra relativo a un distacco provocato sull’Allalinhorn, CH, dalla pagina facebook Saas-Fee Guides), mentre il piccolo strato caduto alle quote medie è scomparso nella maggior parte delle regioni. In particolare non c’è più neve al Passo del Tonale e neppure alla partenza di Bormio 2000. Situazione migliore a Cervinia e al Passo del Bernina. I bollettini valanghe, eccetto quello svizzero, sono ancora solo parzialmente attivi con note informative periodiche.

Il servizio regionale della Valle d’Aosta ha emesso una nota informativa mercoledì 7 novembre, evidenziando due situazioni delicate dal punto di vista nivologico: neve bagnata sotto i 2400-2600 m, neve ventata oltre i 2800-3000 m.

ARPA Lombardia segnala neve umida con strati deboli interni al di sopra dei 2000 m, distacco di valanghe a lastroni in quota o di neve bagnata alle quote medio-basse possibile localmente anche con debole sovraccarico.

Meteotrentino (nota del 5 novembre) annuncia spessori importanti oltre i 2500 m di quota con possibili valanghe spontanee e distacchi a distanza oltre i 2200 m di quota.

In Dolomiti, pericolo 2 moderato sopra i 2800 m secondo ARPAV.

Il bollettino svizzero di oggi segnala pericolo di valanghe 2-moderato in quota (sopra i 2600 m) nell’insieme delle regioni alpine, con possibile aumento fino a domenica nelle regioni meridionali.

Il servizio di Météofrance è già parzialmente attivo con note informative locali, senza indicazione del grado di pericolo ma ben dettagliate. Per quanto riguarda il Monte Bianco, si segnala poca neve alle quote medie (si corre e si cammina ancora fino a 2300 m in versante sud, secondo La Chamoniarde) ma grossi accumuli in alta montagna, soprattutto sul versante italiano e sulla cresta di confine, dovuti ai numerosi e intensi episodi di fohen.

Banner mammut up climbing 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875