Fabio Giacomelli muore travolto da valanga

Con Orlandi stava aprendo una nuova via sul Cerro Torre

07 gennaio 2010             Bruttissime notizie dall’Argentina. Il primo giorno del 2010, l’alpinista trentino Fabio Giacomelli è stato travolto da una valanga mentre, con Elio Orlandi, scendeva dal Cerro Torre. Il corpo è stato ritrovato dallo stesso Orlandi solo dopo 3 giorni di ricerche.   I due stavano cercando di completare un nuovo itinerario iniziato lo scorso anno sulla est del Cerro Torre. Erano arrivati a circa 200 metri dalla cima, ma il maltempo li ha costretti all’ennesima ritirata verso la truna di neve alla base.   Fabio Giacomelli era nato a Trento nel febbraio del 1958. Proveniva da una famiglia di alpinisti. Gigi, arrampicatore di alto livello, punto di riferimento nella valle del Sarca è scomparso ormai da tre decenni, durante una scalata solitaria in Brenta, Franco il fratello maggiore è guida alpina e Giorgio, il minore è un climber appassionato.   Aveva iniziato a scalare nel 1975 e da allora non aveva mai smesso. Il suo curriculum è notevole e comprende parecchie nuove vie in Dolomiti, Valle del Sarca e moltissime scalate in tutto il modo. Ha svolto anche una discreta attività i speleologica.   Non amando stare sotto i riflettori, era poco conosciuto dal grande pubblico. Purtroppo questo triste epilogo lo accomuna ad un altro  fortissimo alpinista trentino, Fabio Stedile  ucciso da una valanga in fase di discesa dallo spigolo est del Torre nel 1994. ms
Solutioncomp 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875