Francia-probabile riapertura dei rifugi il 2 giugno

Misure di sicurezza e capienza ridotta per gran parte delle strutture

22 maggio 2020
È probabile in Francia la riapertura dei rifugi a partire dal 2 giugno.

Un progetto di protocollo sanitario specifico per questo genere di strutture è già stato redatto. Le norme introdotte non sono tanto diverse da quelle anticipate dal CAI pochi giorni fa.

Alcuni rifugi funzioneranno a capienza ridotta. Nel massiccio del Monte Bianco, secondo la Fédération Française des clubs alpins et de montagne (FFCAM), i grandi rifugi come quello d’Argentière, l’Albert 1er (bacino del Tour) e i più famosi Goûter e Tête Rousse lungo la via normale alla vetta potranno mettere a disposizione degli alpinisti l’80-85% dei posti effettivi.

Le modalità di riapertura sono più incerte per i rifugi più piccoli situati in luoghi impervi. A titolo d’esempio, sempre nel Monte Bianco, si può citare il Refuge Durier, che è praticamente un monolocale con pochi posti letto affacciati sull’unico tavolo… in casi come questo l’applicazione dei protocolli sanitari sarà decisamente più complicata.

Ma Emily Cardoso, membro del sindacato dei rifugisti (SNGRGE), si dice ottimista: «Si tratta di un quadro generale dato che ogni rifugio è unico, varia secondo il proprio modello economico e dovrà adottare un suo protocollo specifico, da sottoporre al Comune e alla Prefettura».

Fonte: www.ledauphine.com.

Banner c mascherine vs

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875