Gabarrou e Deniel al Monte Bianco

2 nuove vie nel bacino di Argentière

28 maggio 2010         Ancora due nuovi percorsi su ghiaccio per Patrick Gabarrou,  che sembra veramente inesauribile nella sua sete di conoscenza della montagna che predilige: il Monte Bianco. Ormai sono più di 100, in 40 anni di avventure, le sue linee sul massiccio, alcune delle quali dei punti di riferimento assoluti nella storia dell’alpinismo glaciale.   E’ del 28 aprile 2010 l’apertura di Tom, una via di 400 metri sulla nord ovest della Calotte de Rochefort a circa 4000 metri di quota. Patrick ha condiviso questa creazione con Simon Deniel, un Bretone che si è trasferito a Chamonix , con il quale il Gab ha formato un’affiatata cordata che lo scorso anno ha inaugurato una nuova traccia sulla parete nord della Dent Blanche, nelle Alpi vallesane. L’itinerario è dedicato a Tomas Emonet, aspirante guida francese scomparsa quest’inverno sul couloir Jager a Mont Blanc du Tacul.   Due giorni dopo, il 30 aprile sempre Gabarrou e Deniel hanno inventato Camille coeur de rose (dedicata a Camille Audibert, forte e sfortunata scalatrice francese rimasta paralizzata dopo un grave incidente) simpatica goulotte di 200 metri posta a poca distanza dal rifugio dell’Argentière. Sulla stessa parete il Gab aveva ha aperto, lo scorso anno,  Bea e Fredo, altri due couloir con i nomi dei gestori del  rifugio Argentière. Secondo Patrick, che ha attrezzato tutte le soste, quest’ultima via (Camille coeur de rose) è destinata a divenire una grande classica, grazie alla comodità di accesso ed alla bellezza dell’arrampicata. ms   Fonte: up-climbing  
C 11

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875