Gerlinde Kaltenbrunner lascia il K2

Troppi tentativi senza ossigeno mettono in pericolo la sua salute

05 agosto 2009     L’austriaca Gerlinde Kaltenbrunner, che nei giorni scorsi si era unita a Maxut Zhumayev, Vassily Pivtsov, e Serguey Bogolomov (due i kazaki ed un russo) per tentare la cima del k2 8.611 m, suo tredicesimo 8000, ha dovuto desistere.   Nonostante il tempo fosse splendido, le condizioni della montagna erano proibitive, con una gran quantità di neve non trasformata che rendeva penoso il battere traccia. Il gruppetto ha provato a salire da campo 4 facendosi strada in una trincea di neve, ma i pendii via via più ripidi li hanno costretti alla rinuncia a soli 300 metri dalla cima.   Un ulteriore tentativo, dopo i due già compiuti e che l'hanno portata sopra gli 8300m senza ossigeno, avrebbero potuto procurarle seri problemi fisici.   Così ha riferito il marito di Gerlinde, Ralf Dujmovits in contatto radio con il team dal campo base. Peccato per la fortissima austriaca che ha dato tutto su questa montagna, quest’anno ostica più del solito.    Ieri 4 agosto si è così conclusa la sua dura esperienza su questa difficile montagna. I suoi compagni, che volevano provarci ancora, hanno fatto sapere oggi che scenderanno pure loro, a causa del forte vento che ha iniziato a spazzare le pendici del K2.   A questo punto sembrerebbe che i giochi siano fatti per quanto riguarda la corsa ai 14 x 8000, la sud coreana Oh Eun Sun è infatti ad un passo dall’emulare Reihnold Messner. Per chiudere il conto con i 14 x 8000 le manca solo l’Annapurna e prevede un tentativo  nel prossimo autunno.
Solutioncomp 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875