L'Italian Iceteam si allena a Rabenstein

Training camp per una nuova squadra italiana di arrampicata su ghiaccio

28 ottobre 2021
Lele Bagnoli presenta l'Italian Iceteam, una nuova squadra italiana di arrampicata su ghiaccio e drytooling.

La squadra si è radunata per la prima volta sabato 23 e domenica 24 ottobre presso la Eisturm (torre di ghiaccio) di Rabenstein/Corvara in Val Passiria, già sede di numerose competizioni internazionali. Al momento la Iceturm è, ovviamente, puro dry…

Lele racconta:

Dalla passione per l'iceclimbing e per il drytooling nasce l'Italian Iceteam. Un’idea che è frullata nella testa a me e alla futura aspirante guida alpina Matteo Pilon dopo aver preso parte alla stagione delle gare internazionali precovid due anni or sono. Abbiamo pensato di provare a rilanciare la disciplina dell’arrampicata su ghiaccio sportiva, di renderla più conosciuta a livello italiano dove, è importante sottolinearlo, abbiamo Angelika Rainer, pluricampionessa mondiale e fortissima arrampicatrice su roccia.

Due anni di pandemia non hanno fermato l'idea ma solo dato più tempo per raccogliere adepti e rinforzare la motivazione. Bisogna ringraziare Pilon che è stato il fautore principale nonché il promotore della squadra lavorando per organizzare l'evento, cercando qualche sponsor e pensando alle divise così da rendere ufficiale l'immagine di una parte dell'Italia nel circuito UIAA.

E' comunque doveroso fare una premessa: le gare europee e mondiali di ice climbing sono molto difficili sia sul piano tecnico che fisico e questo team non nasce con l'idea di vincere o fare piazzamenti, ma di dare inizio a un progetto che possa favorire i giovani iceclimbers, aiutandoli a migliorare fino a riuscire a rappresentare l'italia nei circuiti UIAA con risultati soddisfacenti.

La struttura di Rabenstein, che ringraziamo, si è ovviamente rivelata un’ottima location per questo training camp. Sabato 23 e domenica 24 ottobre sono stati due giorni intensi. Il primo giorno è stato dedicato al miglioramento della tecnica delle prese gara e della battuta dei ramponi su pannello di legno, il secondo a velocizzare l'arrampicata e renderla più fluida possibile come in gara.

Il giorno precedente il raduno, Pilon e io abbiamo tracciato tre linee su cui gli atleti potevano cimentarsi per poi decidere a quali gare partecipare o comunque mettersi alla prova sulla difficoltà.

Amicizia, sport e sana competizione hanno reso questa esperienza davvero stupenda. Speriamo sarà possibile fare a breve un nuovo raduno ancora più ricco e vario, per promuovere il dry su parete artificiale e far divertire ancora di più giovani atleti e non.

Ringrazio tutti i partecipanti che hanno reso l'atmosfera rilassata e armoniosa. Tra una caduta e una risata tutto è andato per il meglio!

 

Informazioni e immagini fornite da Lele Bagnoli.

Upclimbing 740x195px giugno2022 tuner

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875