Luca Vuerich travolto da una valanga

l’incidente sui monti di Kraniska Gora

22 gennaio 2010   E’ accaduto all’improvviso nella tarda mattinata di oggi 22 gennaio a Prisojinik, un luogo dal fascino severo a due passi da Kraniska Gora, in Slovenia, ma poco lontano dalla frontiera italiana. Luca Vuerich, Guida Alpina friulana, stava salendo una delle cascate di ghiaccio dell’area con un amico sloveno, quando è stato travolto da una scarica di neve che lo ha trascinato a valle.   Incolume il compagno, lo sloveno Andrej Magajne che è riuscito a dare l’allarme. Sono intervenuti i soccorsi sloveni e quelli di Tarvisio, di cui lo stesso Luca faceva parte. E’ stato recuperato in gravissime condizioni e portato all’ospedale di Udine. Purtroppo nel pomeriggio, in seguito ai gravi traumi riportati è deceduto.   E’ un anno horribilis per gli alpinisti, verrebbe da dire. L'inverno appena cominciato  è stato caratterizzato da una sequenza di tragiche scomparse e la neve ha segnato spesso il confine della vita. Così è stato per i due alpinisti friulani Fabio Baron, e Diego Andreatta, in Val Lasties, che Luca ben conosceva. E la stessa valle ha fermato per sempre anche quattro generosi soccorritori della Val di Fiemme che erano sulle loro tracce. Ma non andiamo oltre.   Luca Vuerich era nato a Tarvisio nel dicembre del 1975 ed aveva iniziato il suo percorso tra le montagne da adolescente. Molto presto era diventato forte sul ghiaccio delle cascate e su quello delle pareti ombrose La sua era una dote naturale e con leggerezza saliva le muraglie delle Alpi Giulie impiastrate di neve e vetrato e gli spettri di cristallo più repulsivi.   Ne aveva domati parecchi, in una ricerca esplorativa vasta per la sua giovane età che lo aveva portato ad essere considerato uno dei migliori alpinisti italiani emergenti. La polivalenza era una sua caratteristica: lunghe vie di misto, cascate estreme, alta quota e sci ripido.   L’incontro con i conterranei Nives Meroi e Romano Benet, la coppia di ottomilisti che gode di grande considerazione a livello internazionale, era stato per lui fulminante. Con loro aveva conosciuto i giganti della terra in Himalaya. Ne aveva saliti cinque in stile pulito e tentati molti altri. Forte su tutti i terreni, Luca era un alpinista completo, ma soprattutto un uomo di grande modestia.   ms   Qui, dal sito di Luca, il suo avvincente racconto su una delle ultime avventure di grande alpinismo tra le sue montagne.  
Banner c

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875