Manaslu – Mario Panzeri in vetta

10 Ottomila senza ossigeno per il Ragno di Lecco

19 maggio 2009   Alla fine di una lunga battaglia Mario ce l’ha fatta, ha messo piede sulla cima principale del Manaslu 8.163 metri, in solitudine, dopo aver staccato di parecchio il nutrito gruppo con il quale aveva iniziato la salita questa notte dalle tende di campo 4 . Alle 7 di oggi, 19 maggio, (le 11 locali) era già in discesa verso  Campo 4, ha fatto sapere la moglie in contatto con lui via satellitare. E’ partito da Lecco circa 2 mesi fa con la spedizione capeggiata da Mario Merelli e di cui facevano parte anche Marco Rusconi, Giuseppe Antonelli, Marco Zaffaroni e Roberto Manni. La sfortuna ha perseguitato il gruppo di alpinisti. Manni si è infatti ritirato dopo pochi giorni, Antonelli e Rusconi, il 28 aprile, da campo 3 a 7100m sono scesi per gravi problemi fisici. Mentre però Rusconi è riuscito a giungere al campo base senza troppe complicazioni, Giuseppe Antonelli è stato soccorso al campo 2 con   somministrazione di ossigeno e cortisone, ma è purtroppo morto, probabilmente per edema polmonare. Prima che ciò accadesse, un  gruppo di climber ha tentato il summit push direttamente da campo 3: Mario Panzeri con vari compagni compreso lo spagnolo Carlos Pauner (che è quello che è giunto più in alto di tutti, 60m dalla cima) sono arrivati ad un centinaio di metri dalla vetta, per poi fare dietro front per le terribili condizioni meteo. La notizia della morte di Antonelli, unita all’insuccesso a così breve distanza dalla cima ha segnato in modo tragico lo spirito dei partecipanti. Dei componenti la spedizione italiana, solo Panzeri si è fermato in Nepal. Si è poi unito ad un gruppo multietnico piuttosto folto, che oggi ha raggiunto la cima del Manaslu. Tra loro l’americano Nick Rice, e le spagnole Tamara Romero e Inmaculada Garrido che facevano parte della spedizione femminile “Expedicion mujer Andalucia 009”. Sulla sommità anche  Manuel Gonzalez.   E’ stata cima anche per Zsolt Eröss, membro della  “Hungarian Expedition” che ha toccata la sommità alle 10.15 ora nepalese. Ieri invece, stando a quanto riferisce, Mountain.ru, i russi Alexei Bolotov, Gleb Sokolov e Sergei Duganov, avevano già calpestato la vetta del Manaslu.   Il 28 aprile in cima al Manaslu c'è stato il portoghese Joao Garcia, al suo dodicesimo ottomila, così come i coreani Kim Chang-ho, Seo  Sung-o e lo sherpa Lhakpa Tsering. m.s.  
Banner c annuario2020

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875