Numerosi alpinisti sull’Everest, problemi e rinunce al Dhaulagiri

Aggiornamento sulla primavera 2021 a 8000 metri

11 maggio 2021
Giornata di successi oggi sull’Everest. Non si può dire lo stesso per il Dhaulagiri, dove gli alpinisti sono alle prese con problemi e rinunce.

I due Ottomila presi d’assalto durante la stagione primaverile 2021 si trovano in condizioni molto diverse.

Sull’Everest la situazione è favorevole, con bel tempo e vento debole. Ieri è stato tracciato anche il Lhotse.

Questa mattina numerosi gruppi appartenenti alle spedizioni commerciali hanno raggiunto il Tetto del mondo. Tra i primi a salire ci sono i membri della squadra della Guardia Reale del Bahrein, con il principe Shaikh Nasser bin Hamad Al Khalifa, e il britannico Kenton Cool, alla sua quindicesima salita sull’Everest.

Altre cordate si stanno preparando all’ascensione, anche sul versante tibetano (aperto ai soli cinesi). Le previsioni meteo per i prossimi due giorni infatti sono ancora buone.

Non tutti ne approfitteranno: Alex Txikon dichiara: «Consideriamo conclusa la spedizione per senso di responsabilità in vista dell'avanzata della pandemia. Una decisione ponderata e consensuale tra Sendoa, Iñaki e io dopo esserci acclimatati a C2 in queste ultime due notti e aver verificato che la situazione sanitaria dell'intera montagna è complicata».

Ed è ancora più complicata sul Dhaulagiri. Numerosi alpinisti sono isolati al campo base perché positivi al virus. Positiva anche la svizzera Sophie Lavaud, che aveva organizzato una spedizione interamente femminile. Anche alcuni membri del gruppo di Carlos Soria hanno contratto l’infezione mentre Soria stesso, all’età di 82 anni, ha già completato il ciclo di vaccinazione.

Nel frattempo Peter Hamor, Marius Gane e Horia Colibasanu, soli sulla cresta nord-ovest, sono al sicuro dal COVID ma devono fare i conti con un altro tipo di ostacolo: la neve fresca. Dopo aver raggiunto superato con successo la parte più dura della cresta e raggiunto quota 6800 metri, i tre hanno attrezzato un campo, ma una valanga ha travolto e sepolto la loro tenda. Fortunatamente illesi, gli alpinisti sono riusciti a uscire, ma sono stati costretti a scendere al campo base. In funzione dell’evoluzione meteo valuteranno un eventuale nuovo tentativo.

MR

S21 webbanner ctc 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875