Scarian e Boninsegna sulle Pale di San Martino

Skyluke for Alex 7b sulla Cima Canali – Dolomiti

17 novembre 2009   Riccardo Scarian è stato uno dei più forti atleti italiani che hanno gareggiato nella coppa del mondo di arrampicata sportiva ottenendo risultati importanti. Ora scala sempre ai massimi livelli ma senza il numero sulla schiena; in falesia ha ripetuto vie fino al 9a (bain de sang, il capolavoro di Fred Nicole a Saint Loup – Svizzera - ad esempio).   Riccardo cerca anche di portare la sua abilità tecnica in montagna nell’apertura di nuovi itinerari. Nel mese di agosto con l’amico Luca Boninsegna ha tracciato nel corso di 4 giornate una bella e impegnativa via sulla Torre Gialla, un siluro dolomitico che fa parte della Cima Canali nelle Pale di San Martino.   Per la verità l’idea di inventare un nuovo percorso sulla Torre gialla è venuta a Luca Boninsegna, figlio dei gestori del rifugio Pradidali e forte scalatore. Skyluke for Alex, dedicata ad un amico di Sky (come è chiamato in gergo Scarian) e Luca (Luke) è parzialmente chiodata a spit (abbastanza distanziati), lunga 300 metri  presenta difficoltà massima di 7b (6c/7a obbligato).   Fonte: montura.it ms     Report di Riccardo Scarian dal sito Montura          Lo scorso agosto dopo una bella arrampicata in Val Canali con l'amico Paul, passammo al Rif. Pradidali per una meritata birra e per salutare Duilio, Piera e Luca gestori del rifugio. Dopo un paio di fresche bionde, chiacchierando con Duilio e Luca, mi fanno notare che sulla Cima Canali son ben ventinove anni che non viene aperta una via nuova, e che ci sarebbe una bella linea sulla Torre Gialla che da sempre aspetta una prima salita, usciamo dal rifugio a dare uno sguardo alla Torre, sulla quale salgono solo tre vie che però stanno ai lati della stessa, mentre la parete centrale che guarda proprio il rifugio è totalmente vergine; poi Duilio esclama: ti sta aspettando ! Per me è un colpo di fulmine, me ne innamoro subito, sono colpito dalla sua eleganza e dall'estetica della linea immaginaria che ho già in testa. Detto fatto! Mi accordo subito con l'amico Luca e fissiamo subito una data, meteo permettendo. Fortunatamente l'agosto di quest'estate è stato meraviglioso con temperature molto alte e giornate sempre stabili. La mia mente da quel pomeriggio continuamente vaga su quella linea immaginaria che percorre la Torre. Dal basso non si riesce ad intuire se ne uscirà una via dura o meno, bisognerà darci le mani per capire di che pasta è fatta. Cosi in una bella giornata con cielo terso, iniziamo. Con Luca ho un ottimo feeling, tutto va a meraviglia, ci alterniamo sulle lunghezze incontrando roccia a volte ottima e a volte un po' meno, ma il divertimento è stellare, aprire dal basso è sempre un' esperienza grandiosa. Nelle prime lunghezze incontriamo difficoltà non elevatissime ma pur sempre impegnative, ma il bello ci attende più in alto dove la parete esce dalla sua verticalità. In quattro giorni diluiti su due settimane la via è fatta! siamo in cima, ne uscirà una via molto estetica ma dalle difficoltà non elevate, (onestamente speravo in qualcosina in più...) ma pur sempre impegnativa, purtroppo o per fortuna madre natura non ha peccato di avarizia, e anche là dove la parete strapiomba di più ci ha regalato appigli e appoggi a dir poco generosi. Resta comunque una via da non sottovalutare dove bisogna essere ben preparati, la via conta di dieci lunghezze di cui molte tra il 6c/7a, delle quali le due più impegnative di 7a/7b nella parte finale dove l'esposizione della parete si fa molto interessante. La via è stata aperta dal basso e attrezzata a spit alle soste e anche sui tiri, ma sono utili anche una serie di friends medio/piccoli e qualche cordino o fettuccia per clessidre. Riccardo e Luca   Un ringraziamento a Black Diamond, LaSportiva, Montura e in particolarmodo Duilio,Piera e Luca Nome via: Skyluke for Alex Cima: Torre Gialla- Cima Canali Gruppo: Pale di San Martino Primi salitori: Riccardo Scarian e Luca Boninsegna Autore scheda: Riccardo Scarian Versante: Ovest Quota: 2850 Lunghezza: 300m Difficoltà: 7b Difficoltà obbligatoria: 6c/7a Intro: Linea molto estetica ed elegante, presenta continuità ed una buona esposizione, molto bella. Itinerario: L1: lo zoccolo 25mt. V°, L2:Ah bondì 30mt. 6C (2 spit), L3: il classico 30 mt. V+ (1 spit), L4: lungo e giallo 50 mt. 6C+ (6 spit), L5: il traverso 20 mt. 6C (2 spit), L6: sporket 30 mt. 6C+ (5 spit), L7: l'aquilotto imparo a volare 25 mt.7a (4 spit), L8: massa busi 35 mt. 7B (5 spit), L9: per facili rocciette 50 mt. V° (1 spit), L10: crestine 50 mt. IV° Accesso generale: Da Fiera di Primiero salire in Val Canali fino all'albergo ristorante La Ritonda, da qui in 1h 30' seguendo il sentiero n°709 salire al Rif. Pradidali. Accesso: dal Rif. Pradidali risalire il canalone della via normale alla Cima Canali (30'), portandosi sotto la verticale della Torre Gialla (omino e clessidra con cordino verde all'attacco della via). Discesa: Rientro in doppia lungo la via (passare qualche rinvio durante la discesa sui tiri più expo) o dalla via normale alla T.Gialla. Materiale: 2 corde da 60m, 8 rinvii, Friends e cordini. La via è stata aperta dal basso e attrezzata a spit alle soste e anche sui tiri, ma sono utili anche una serie di friends medio/piccoli e qualche cordino o fettuccia per clessidre. Bellezza: 5 stelle Note: La via è stata dedicata ad Alex Bettega un ragazzo di 16 anni che ci ha lasciati prematuramente poco tempo fa, e che amava tantissimo l'arrampicata e le sue montagne sopra casa. Ciao Alex Riccardo e Luca  
Solutioncomp 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875