Tre prime ascensioni nella Cordillera Darwin, Terra del Fuoco

Successo per la spedizione della squadra nazionale francese di alpinismo femminile

09 novembre 2018
La squadra dell’ENAF-Equipe nationale d'alpinisme féminine (squadra nazionale francese di alpinismo femminile) ha realizzato tre prime ascensioni nella Cordillera Darwin (Terra del Fuoco, Cile).

Le tre cime conquistate sono il Cerro Nylandia e due quote, 1044 m e 1564 m. Tutte fanno parte della Cordillera Darwin, uno dei massicci montuosi più isolati del pianeta, accessibile solo via mare. Situata a sud della Patagonia, questa selvaggia catena, di circa 170 km di lunghezza per 60 di larghezza, è ancora ricca di montagne inesplorate.

La squadra dell’ENAF, composta da quattro giovani alpiniste (Florence Igier, Johanna Marcoz, Marion Pravin, Maud Vanpoulle) e due istruttori (Antoine Pêcher e Gael Bouquet des Chaux), ha dato inizio alla spedizione il 25 settembre scorso. Dopo aver trasportato circa 700 kg nell’entroterra e fissato il campo base, racconta Antoine Pêcher “il 30 settembre una finestra meteo ci ha permesso di realizzare l’ascensione di due cime vergini: il Cerro Nylandia (1114 m – GPS : S 54°32’14’’ O 69°42’20’’) e la Quota 1044 (1044 m – GPS : S 54°32’47’’ O 69°42’7’’) da noi ribattezzata Cerro Fernando, dal nome del marinaio che ci ha condotti nella cordillera. Queste salite hanno opposto basse difficoltà tecniche. La vista incantevole e libera dale cime ci ha permesso di studiare gli obiettivi principali (Quota 1564 e Quota 1814)”. Dopo alcuni tentativi, sempre ostacolati dal cattivo tempo, il gruppo riesce nell’ascensione della prima di queste due elevazioni. “La visibilità era decisamente migliore rispetto ai tentativi precedenti” ricorda Antoine Pêcher. “Questo ci ha permesso di studiare meglio gli ultimi metri della salita. Ci siamo impegnati in un sistema di goulottes. Le difficoltà tecniche si sono rivelate moderate (3+ su ghiaccio e neve fino a 70°) ma l’esposizione importante e la protezione difficile. Siamo arrivati in cima alle 15. Una cima dove si faceva fatica trovare posto per tutti e sei. In quel momento, alcune schiarite ci hanno permesso di vedere il Ghiacciaio Marinelli sul versante opposto. Poi tre doppie e un po’ di scalata in discesa ci hanno ricondotti al ghiacciaio, ai piedi della piramide sommitale”.

Quest’ultima cima, conquistata il 10 ottobre, è stata ribattezzata Cerro Akila, che significa “ghiaccio” nella lingua degli Yagan, i primi abitanti della Terra del Fuoco.

Fonte: www.ffme.fr

S21 webbanner ctc 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875