Lecco, nuova via La Banda del Mercoledi

Pesci, Rovelli e Maggioni aprono un nuovo itinerario

19 dicembre 2015

Eugenio Pesci ci informa gentilmente di una nuova via che ha aperto prima con Aldo Rovelli e dopo con Marco Maggioni nella comoda ed assolata Bastionata del Lago, sopra Lecco.

Lecco, bastionata del Lago, settore Antro di Pradello
La banda del Mercoledi
Eugenio Pesci e Aldo Rovelli (L1 – L2). Eugenio Pesci e Marco Maggioni (L3 – L6) 2015
180 m. – 6 lunghezze 7b+ (6c/+ obbligatorio). S2, ED.

Itinerario su roccia ottima, ripulita in un paio di punti. Arrampicata varia sia per placche tecniche che per spigolo strapiombante. La via sale un vago spigolo posto all’estrema destra della grande concavità strapiombante di Pradello,  poco a sinistra del settore di monotiri denominato Acapulco (Pesci-Zanetti 1987). 

Chiodatura a fix inox. Portare 16 rinvii. L’accesso è rapidissimo per sentierino. Discesa in doppia su catene, anche con corda da 60m. (meglio se da 70m.). 

Accesso: si parcheggia al termine del grande slargo posto all’altezza delle pareti del Lago e poco prima del ristorante Giazzima (parcheggio comune alle falesie della Bastionata/Pradello). Si sale per una traccia nel bosco (cartello per la falesia Promessa nel Sole), portandosi in 5 minuti presso il vertice destro del grande Antro. Avvicinatisi alle rocce si notano i fix su un muro bianco. 

Relazione:

L1: 40m. 6b: placca, diedrino e ancora placca, tecnico. 

L2: 30m. 7b: “passaggio del becco”: alzarsi verso lo spigolo strapiombante, rimontarlo con passo atletico e molto esposto, obliquando per placca impegnativa verso destra alla sosta. (6c+ obbl.).

L3: 22m. 6b+: per bella placca con uscita delicata (partendo verso sinistra 6c).

L4: 20m. 7a+: alzarsi a un fix e traversare a sinistra in piena esposizione sul bordo della volta dell’Antro, sino a una sosta appesa in una nicchia, molto scomoda. Fix non vicini. Da qui è imposisbile calarsi a meno di rifare il traverso a ritroso.

L5: 36m. 7b+: placca verticale lavorata con passaggi di dita, poi piu’ abbattuta ma molto liscia e in aderenza difficile. (6c obbl., eventualmente 2 fix in A1).

L6: 25m. 6a: partenza con qualche ciuffo d’erba poi spigolino su bella roccia. 

Discesa: dalla S6 si scende in doppia o moulinette alla S5, comoda. Da qui, restando legati si sale verso destra un facile canalino di 15m. (III) raggiungendo un boschetto pensile sul cui fondo si trova la prima catena di calata con moschettone per favorire il recupero della corda. Da qui 4 doppie da 25m. in linea, su catene, oppure la prima da 25, la seconda da 25 e una terza da 55 sino a terrra, dalla S3 della via. In caso di necessità dalla S3 è possibile uscire verso destra (fissa in loco) raggiungendo il settore di Acapulco e da qui seguendo le fisse la base.

La via sarà inserita nella prossima edizione della guida della zona: LARIO ROCK, pareti di Pietro Buzzoni, Eugenio Pesci ed. Versante Sud    

Banner mammut up climbing 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875