Giuliano Stenghel muore a Tavolara

Ieri l'alpinismo ha perso una grande stella

15 agosto 2020
Ieri l’alpinismo ha perso una grande stella: Giuliano Stenghel, in arte “Sten”, precipitato durante una salita sulla parete sud dell'isola di Tavolara, in Sardegna.

Nella sua lunga carriera alpinistica ha aperto più di 200 vie ed è stato un vero acrobata delle ascensioni e nel mondo alpinistico è considerato il “maestro del friabile” per la sua straordinaria capacità di muoversi su terreno impegnativo e delicato con poche protezioni.

Istruttore emerito del CAI, A. Guida Alpina e socio Accademico del GISM (Gruppo Italiano Scrittori di Montagna). Numerose sono inoltre le ripetizioni di itinerari impegnativi e moltissime le prime ascensioni solitarie. Questi itinerari sono il suo testamento del suo alpinismo.

La sfida più grande però è quella che quotidianamente ha affrontato con l’associazione “Serenella”, che lui stesso ha fondato con l’aiuto di alcuni amici, in ricordo della prima moglie morta immaturamente. L’associazione si occupa di progetti solidali verso chi soffre, in particolar modo i bambini. I progetti realizzati sono ormai centinaia (sparsi in tutto il mondo), migliaia i bambini, in condizioni di estrema povertà, che sono stati aiutati. A loro è arrivato un aiuto concreto, specie con l’adozione a distanza.

Banner c mascherine vs

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875