Mapo Tapo: turismo responsabile

Il team di Mapo Tapo lancia una campagna di crowdfunding per creare The Climbing Travel Guide

14 dicembre 2020

Mapo Tapo, una startup Italiana che organizza viaggi di gruppo per climber con un occhio di riguardo alla sostenibilità, non ha smesso di lavorare quando il secondo lockdown ha definitivamente compromesso la possibilità di viaggiare.

Il team di Mapo Tapo infatti ha lanciato una campagna di crowdfunding tramite Indiegogo per creare The Climbing Travel Guide, una guida illustrata di 200 pagine per dare visibilità a destinazioni fuori dai sentieri battuti e raccogliere fondi per la ONG Maewan, fortemente impegnata nello sviluppo di pratiche di eco-turismo ed educazione ambientale legate agli sport outdoor.

«L’arrampicata sta diventando sempre più popolare – commenta Daniele Calvo Pollino, CEO e co-founder di Mapo Tapo – e alcune delle aree più famose risentono dei flussi turistici troppo elevati. Allo stesso tempo esistono migliaia di aree ugualmente belle che non hanno quasi nessuna visibilità. E una promozione turistica responsabile di questi posti potrebbe fare la differenza per le comunità locali. Una volta che la pandemia terminerà, vogliamo ispirare gli arrampicatori a provare questo modo di viaggiare, andando in posti diversi, esplorando, ed entrando in contatto con le comunità locali. È proprio questo lo scopo di "The Climbing Travel Guide"».

L’iniziativa è stata condivisa sui social media da atleti del calibro di Nina Caprez, Klemen Bečan e Emma Twyford, fotografi quali Lena Drapella, Giacomo Tonoli, Francesco Guerra, giornalisti e scrittori come Alistair Humphrey e Andrew Bisharat e community locali di arrampicata come le italianissime Brocchi sui Blocchi e Truce Climbing.

Il libro propone 50 destinazioni in tutto il mondo, come la Thailandia, l'atollo di Makatea (Polinesia Francese), la Palestina, ma anche la nostra Sicilia e altri luoghi ancora poco conosciuti dai climber internazionali qui in Italia. Per ogni area, Mapo Tapo fornisce una panoramica delle migliori aree di arrampicata, con particolare attenzione alle zone fuori dai sentieri battuti, lavorando fianco a fianco con gli arrampicatori locali. Un libro fotografico con 50 destinazioni, più di 1000 falesie e storie di scalatori locali, i punti di contatto della zona. Daniele Calvo Pollino e l'intero team di Mapo Tapo sperano di ispirare la comunità outdoor a viaggiare fuori dai sentieri battuti , entrare in contatto con i climber locali e farsi pionieri di un

Questa campagna Indiegogo è anche un modo per raccogliere fondi per una ONG. Tutti i profitti saranno donati a Maewan, una ONG che sostiene lo sviluppo di un ecoturismo basato sugli sport outdoor in aree remote del mondo. Ne è un esempio l'iniziativa che riguarda la chiodatura di Makatea (Polinesia Francese) che ha coinvolto Charlotte Durif, Jonathan Siegrist e molti altri atleti e climber professionisti.

Banner c annuario2020

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875