COVID e sport outdoor – ok agli spostamenti per fare sport in montagna

Il governo risponde alle richieste del CAI

28 gennaio 2021
Malgrado le restrizioni anti-COVID è possibile praticare sport outdoor. Il governo infatti, con alcune limitazioni, ammette gli spostamenti per fare sport in montagna.

In seguito alla pubblicazione del DPCM 14.01.2021, il CAI ha inoltrato al presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte un quesito per ottenere con urgenza un chiarimento che possa permettere ai propri iscritti di svolgere le attività che sono espressamente consentite dal decreto, fugando ogni possibile dubbio interpretativo. Il 21 gennaio un quesito analogo è stato inviato al ministero dell’interno.

Ecco la risposta del vice capo di gabinetto del ministero, Paola Formicola:

  • in area gialla l’attività motoria e quella sportiva hanno solo il limite del confine regionale o della provincia autonoma.
  • In area arancione è consentita attività sportiva in altro comune, purché nella stessa regione o provincia autonoma, alla tassativa condizione che difettino, nel proprio comune, le condizioni perché l’attività possa compiersi.
  • In area rossa l’attività sportiva è limitata al solo territorio comunale.

Si può concludere quindi che in “zona arancione”, colore attualmente dominante nelle regioni italiane, è possibile andare in montagna per praticare sport individuale all’aperto (per esempio scialpinismo, alpinismo, arrampicata, escursionismo, trail running), ma solo nel caso in cui questo tipo di attività sia impossibile nel proprio comune di residenza.

Il CAI precisa che, sempre in zona arancione «Il presupposto per uscire dal proprio comune è il compimento di un’attività sportiva, nel nostro caso in montagna. Ne deriva che ad essere consentita è solo ed esclusivamente l’attività sportiva e non la gita o la passeggiata».

«L’uscita dal comune di residenza deve limitarsi all’attività stessa, prevedendone il rientro nel proprio comune immediatamente dopo averla praticata. Tutto ciò, naturalmente, nel pieno rispetto delle altre regole generali: esercizio in forma individuale; rispetto della distanza di almeno due metri dagli altri partecipanti; divieto tassativo di assembramento», puntualizza ancora il CAI. Il presidente VIncenzo Torti aggiunge: «Questo chiarimento consente, nel rispetto di tutto quanto precisato, di tornare ad attività in natura, e starà a tutti noi, con adeguata preparazione e correttezza nei comportamenti, far sì che non vengano imposte nuove restrizioni ad un’attività che è essenziale per il benessere psicofisico di tutti gli amanti della montagna».

Fonte: loscarpone.cai.it.

TAGS:
covid , sport outdoor , cai
S21 webbanner ctc 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875