La PDG 2022 alle azzurre

Vittoria per De Silvestro, Murada e Veronese. Al maschile rivincita degli svizzeri Bonnet, Marti, Anthamatten

02 maggio 2022
La PDG alle azzurre: sono Alba De Silvestro, Giulia Murada, Ilaria Veronese le vincitrici dell’edizione 2022.

Alla loro prima PDG le tre nazionali hanno subito lasciato il segno stampando un eccellente di 8h38’25” che è valso loro la 13ª piazza assoluta. Seconde al traguardo le esperte Katia Tomatis, Elena Nicolini, Victoria Kreuzer (8h57’41”). Completano il podio 2022 le svizzere Emilie Farquet, Céline Tornay, Deborah Chiarello in 9h50’18”.

Al maschile vittoria per il terzetto svizzero composto da Rémi Bonnet, Werner Marti e Martin Anthamatten. I tre campioni crociati chiudono alla grande la stagione vincendo l’ultima classica del 2022. Per loro successo ma niente record sulla traversata elvetica che da Zermatt li ha portati fino al traguardo di Verbier con un finish time di 6h35’56”. Seconda piazza per i loro più accreditati avversari, gli italiani del CS Esercito Michele Boscacci, Matteo Eydallin e Davide Magnini (6h44’40”). Sul podio con loro anche gli altri italiani del team La Sportiva Filippo Beccari, Martin Stofner e Alex Oberbacher (7h17’55”).

Dopo il rinvio di venerdì, causa meteo, la macchina organizzativa svizzera è riuscita nell’impresa di fare gareggiare i quasi 5000 scialpinisti che a scadenza biennale si preparano per questa impressionante gara (57,5 km e 4.386 m d+). Vista la poca neve e i numerosi tratti da fare a piedi, che hanno rallentato non poco le pattuglie in gara, nel 2024 il tempo da battere resterà il 5h35’27” siglato nel 2018 dal terzetto del CS Esercito composto da Matteo Eydallin, Michele Boscacci e Robert Antonioli. Anche al femminile il tempo di riferimento resta quello segnato nel 2018 da Jennifer Fiechter, Axelle Mollaret e Laetitia Roux: 7h15’34”.

Patrouille des Glaciers è anche gara giovani. Nella mattinata di giovedì, più di 300 ragazzi si sono confrontati sulle nevi di Verbier dando vita a una bellissima giornata di sport. Tra loro alcuni agonisti e gli studenti delle scuole secondarie; un bel modo di promuovere lo sport che amiamo. Classifica alla mano a imporsi nella categoria Under 20 sono state le coppie composta da Margaux Mendes De Leon, Mathilde Pellisier e Kilian Léger, Baptiste Varone.

In gara under 18 da segnalare il successo dei binomi Robine Deseyn, Caroline Corthay e Lucas Pasquier, Mathieu Pharisa. Combattuta anche la sfida Under 16 dove l’hanno spuntata le squadre Enya Summermatter, Lynn Pollinger e Theo Outaz, Titouan Feusier.

Dopo il felice esito di Altitoy Ternua, Millet Tour du Rutor Extrême e Patrouille des Glaciers il circuito La Grande Course ha ufficialmente effettuato il giro di boa. La prossima stagione sarà caratterizzata da altre tre gare che serviranno a definire il ranking finale di questo biennio: Pierra Menta dall’8 all’11 marzo, Adamello Ski Raid il 25 marzo (prova unica di Campionato Mondiale Long Distance) e Trofeo Mezzalama il 22 aprile con eventuale data d recupero il giorno successivo.

 

MR da comunicato stampa.

740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875