Olimpiadi invernali 2026: ufficiale la candidatura Milano-Cortina

L'Italia resta in lizza per i Giochi invernali 2026, escludendo Torino e proponendo una candidatura a due tra le regioni Lombardia e Veneto

03 ottobre 2018

Milano-Cortina: questa è la candidatura ufficiale, annunciata dal presidente del Coni Giovanni Malagó, per le Olimpiadi invernali 2026.

L'annuncio ufficiale è di due giorni fa, in previsione dell'executive board meeting del CIO (Comitato Olimpico Nazionale) a Buenos Aires, la sede che tra oggi e domani annuncierà le città candidate ai Giochi olimpici invernali 2026.

La proposta a due sedi è l'epilogo di una lunga serie di eventi, perlopiù di natura politica, che hanno visto come protagoniste le città di Milano, Torino e Cortina.

Inizialmente (parliamo di luglio 2018) le tre città si erano presentate singolarmente, ognuna con la propria candidatura, ma questa sfida a tre è stata in breve accantonata dal Coni che aveva rilanciato per una candidatura più forte, proponendo "Italia 2026" e facendo quindi correre insieme Milano, Torino e Cortina.

Purtroppo neanche questa proposta è riuscita a mettere d'accordo tutte le parti coinvolte, non trovando l'appoggio del governo e portando alla sua definitiva bocciatura lo scorso 19 settembre, tramite l'annuncio da parte del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti: "La proposta non ha il sostegno del governo ed è quindi morta qui".

Abolita la proposta "Italia 2026", lo scorso primo ottobre arriva finalmente la conferma definitiva: il Coni infatti annuncia formalmente la candidatura a due con le città di Milano e Cortina.

"Presentiamo un progetto innovativo, in linea con le linee-guida dell'Agenda 2020 e con le nuove norme, che includerà non solo le città di Milano e Cortina ma anche le loro rispettive Regioni, Lombardia e Veneto, entrambe già pronte a supportare la candidatura e a fornire le garanzie" ha annunciato il presidente del Coni Malagó.

"Il presidente Giovanni Malagó mi ha telefonato comunicandomi formalmente che il Coni ha presentato la candidatura di Milano-Cortina" ha dichiarato il presidente della regione Lombardia Fontana "quindi Lombardia e Veneto per l'Italia ai prossimi Giochi 2026. È una notizia che aspettavamo siamo molto contenti e inizieremo a lavorare alacremente, perché diventi una candidatura approvata dal CIO".

Immediata la replica della sindaca di Torino Chiara Appendino, che dopo l'esclusione del capoluogo piemontese, non abbandona le speranze e rilancia puntando sui costi più sostenibili:

"Continuiamo a sostenere che si tratta di una candidatura insostenibile. È incomprensibile fare i Giochi dove non ci sono impianti. Chi prende questa decisione dovrà spiegarla al Paese. Il CIO chiedeva un modello basato sulla legacy, basata sul riutilizzo degli impianti. Chiederemo conto di questa scelta: ci venga detto e dimostrato come questa candidatura possa stare in piedi senza risorse economiche e con costi maggiori rispetto alla nostra. Torino con le sue valli c'è, c'è sempre stata. Il Coni porti in votazione i dossier, la candidatura di Torino è ancora in campo".

Il 10 settembre 2019, durante il congresso a Milano, sarà annunciata la città organizzatrice dei giochi invernali 2029. Confidiamo che per tale data l'Italia sia ancora presente nella lista dei candidati.

 

Banner mammut up climbing 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875