Red Bull K3: la competizione del triplo chilometro verticale

Inizia il countdown per la quarta edizione della corsa in salita più spettacolare del nostro Paese

03 maggio 2017
Inizia la passerella dei top runner che si sfideranno nella quarta edizione della Red Bull K3, la corsa in salita più spettacolare del nostro Paese,per la prima volta nel Vertical Kilometer World Circuit.

Parte il countdown per la quarta edizione di Red Bull K3, la competizione di “triplo chilometro verticale” che sabato 29 luglio porterà a Susa (TO) i migliori runner al mondo, in gara per raggiungere la vetta del Rocciamelone (3538 metri di altezza), su un percorso di soli 9,7 chilometri con un dislivello di 3036 metri.
 
Riconosciuta come una delle gare verticali più spettacolari e impegnative a livello internazionale, la gara è stata inserita quest’anno nel Vertical Kilometer World Circuit, il circuito mondiale di 17 gare in 8 diverse nazioni, che consentirà agli atleti finisher di accumulare il 20% di extra point nella classifica generale.
 
A tre mesi dal via, sono oltre 130 gli atleti che hanno confermato la loro presenza. In campo femminile, tra le favorite, la francese Christel Dewalle, vincitrice delle Skyrunner World Series e degli Skyrunning World Championships 2016, con quattro vittorie nel classico Vertical di Fully, la rumena Ingrid Mutter che l’anno scorso si è imposta al Giir di Mont a Premana e la spagnola Vanesa Ortega, vincitrice della scorsa edizione di Red Bull K3.
 
A lottare per il podio anche un’altra spagnola Maite Maiora, terza l’anno scorso ai mondiali di Vertical Kilometer, la norvegese Hilde Aders, le gemelle svedesi Lina e Sanna El Kott Hellander, la svizzera Victoria Kreuzer e l’atleta Red Bull, Fernanda Maciel, recentemente terza alla Marathon des Sables.
 
Tra le italiane troviamo la piemontese Raffaella Miravalle, due volte seconda sui prati dalle pendenze impossibili del Rocciamelone, Francesca Rossi, Chiara Giovando, Dimitra Theocaris e Francesca Bellezza.

Tra i grandi nomi maschili Rémi Bonnet, vincitore dell’edizione 2015, il norvegese Stian Angermud, campione del mondo Vertical Kilometer 2016 e il rumeno Szabolcs Gyrogy Istvan, secondo al Giir di Mont 2016. A dare filo da torcere ai favoriti, gli sloveni Nej Kuhar, Rok Bratina, Luka Kovacic e lo svizzero Martin Anthamatten, fresco del secondo posto al Trofeo Mezzalama.

Gli italiani saranno capitanati dal piemontese Marco Moletto, già due volte vincitore a Susa, Hannes Perkmann, terzo l’anno scorso ai Campionati del Mondo Vertical Kilometer, e Gabriele Abate, vice campione del mondo di Corsa in Montagna nel 2005 e secondo ai Campionati Europei nel 2011.

Numerosi gli atleti provenienti dal Nord Est, tra loro, Patrick Facchini, David Thoeni, Henry Hofer, Manuel Da Col, Filippo Beccari, Michele Sulli e Tiziano Moia. Già iscritti anche i lombardi Fabio Bazzana, Stefano Butti e il piemontese Simone Eydallin.

Il livello di preparazione dei partecipanti, annuncia battaglia vera sui pendii del “Roccia”, dove velocità, tenacia e resistenza saranno fondamentali. Due gli sbarramenti temporali: il primo check-point in località Trucco a 1670 metri da effettuare entro il tempo massimo di 1 ora e 30 minuti, seguito da quello fissato a 2850 metri al Rifugio Cà d’Asti che dovrà essere completato entro 2 ore e 30 minuti per gli uomini e 2 ore e 55 minuti per la categoria femminile.

TAGS:
red bull
Zenit 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875