Seb Bouin libera Nordic Marathon - Up-Climbing
Seb Bouin, Nordic Marathon 9b:+ FA, Flatanger - Ph: Seb Bouin

Seb Bouin libera Nordic Marathon

9b/+ di 130 metri!

Seb Bouin ha liberato Nordic Marathon, 9b/+ a Flatanger.

La vacanza Norvegese di Seb Bouin continua con numeri da capogiro. Ci eravamo lasciati con la salita di Thor’s hammer 2, precisando che per lui questo 9a+ era solo parte di un processo più ampio e… Così è stato! Nella grotta di Flatanger, Seb ha infatti liberato un open project che Adam Ondra aveva condiviso con lui.

Il tiro in questione ha tre possibili partenze e si snoda per più di cento metri di sviluppo, una cosa da pazzi! Visto il poco tempo a disposizione, Seb ha optato per provare la connessione più facile, così è partito da Nordic Plumber (8c+), ha continuato su Thor’s hammer 2 (9a+) ed ha concluso in cima alla parete, dopo un’ulteriore sezione di 50 metri. Così è nata Nordic Marathon, 9b/+.

Ecco il suo commento sulla via:

Quando Adam mi ha parlato del suo progetto che attraversa tutta la grotta e si conclude in cima, sono rimasto subito sbalordito da questa idea. L’obiettivo principale del mio viaggio era dare un’occhiata a questo concatenamento mostruoso. L’idea era grande, davvero grande. Ma è sicuramente il tipo di sfida che mi attrae. Più è grande, più sono motivato. Come ho spiegato nel mio post su Instagram la scorsa settimana, ci sono tre possibili partenze per questo link-up, ognuno dei quali offre un grado diverso. Si può partire da: Nordic Plumber 8c, da Thor’s Hammer 9a, da Move 9b/+. Qualunque sia l’inizio, è poi seguito da un crux di  9a+ (Thor’s Hammer 2). Il mio obiettivo finale era quello di farlo con la combinazione più difficile possibile: Move. In precedenza ho già fatto quattro viaggi a Flatanger per fare Move (9b/+). Immagina di partire da questo e finire con un crux di 9a+… Tuttavia, sapevo che sarebbe stato troppo difficile per un solo viaggio. Quindi prima ho deciso di partire dalla linea più facile (Nordic Plumber) per farmi un’idea della sfida, ed essere psicologicamente pronto per la fine quando comincerò a provare la versione più difficile. Dopo aver prima lavorato e scalato la seconda sezione, ho poi iniziato a provare da terra, cercando di collegarmi ad essa da Nordic Plumber. È cambiato così tanto alla fine! Entrare nel 9a+, con le braccia già così ghsiate, nell’ultimo passaggio chiave dopo 80 m di salita è stato pazzesco. Ho rischiato di cadere un paio di volte. La lunghezza del percorso lo rende difficile mentalmente. Puoi fare un tentativo buono ogni due giorni. È così tanta arrampicata, talmente intensa che semplicemente non puoi fare due tentativi in un giorno. Quindi, se vuoi essere il più fresco possibile, hai bisogno di un giorno di riposo nel mezzo. Quindi era abbastanza difficile psicologicamente dargli solo un giro ogni due giorni. La pressione è stata così alta in questo ultimo passaggio! Anche il peso della corda era folle. Anche se durante la via avevo già cambiato corda una volta, ho dovuto sciogliere il nodo e fare in solitaria gli ultimi 5/10 metri.

Fonte Seb Bouin

Alessandro Palma

Condividi: