Villacidro Skyrace 2022 - Up-Climbing

Villacidro Skyrace 2022

Al via, proprio nel fine settimana del 22, 23 e 24 aprile, la Villacidro Skyrace 2022.

Sarà la Villacidro Skyrace ad ospitare, il prossimo fine settimana, il primo appuntamento del circuito Crazy Skyrunning Italy Cup, organizzato dalla Federazione Italiana Skyrunning e sostenuto da Crazy. Alla regia della gara sarda il Margiani Team asd, sostenuto dagli appassionati cittadini di Villacidro e, per il secondo anno consecutivo, dal brand La Sportiva.

La Villacidro Skyrace, 21,8 km di sviluppo con 1915 metri di dislivello positivo, nel 2021 ha visto trionfare la comasca Paola Gelpi (in 2h39’16”) e il brianzolo Luca del Pero (in 2h06’30”). La gara, che si corre sui sentieri severi e panoramici del sud della Sardegna, è valida anche come qualificazione categoria 20k per l’UTMB. Tanti gli atleti che puntano a scrivere i loro nomi sull’albo d’oro: da campionissimi di lunghe distanze Franco Collé e Giuditta Turini, all’italo/andorrana Stephanie Jimenez. Tra gli atleti della squadra nazionale italiana di skyrunning parteciperanno anche Luca Carrara, Luca Arrigoni, Ahmed El Mazoury e Antonio Corti.

Non solo skyrace. Il fine settimana a Villacidro sarà particolarmente lungo e si configura come una vera e propria festa della montagna e dello sport. La kermesse inizierà venerdì 22 aprile con il Margiani Half Vertical Kilometer (1,6 km e 650 m D+), una salita in single track tecnica e selvaggia che metterà la forza esplosiva dei più tosti. Domenica 24, oltre alla Villacidro Skyrace, torna in versione rinnovata la Linas Ultra Skymarathon (58,6km e 5.057m D+), qualificante per UTMB categoria 100k.

Le parole del presidente della FISky Fabio Meraldi:

«Gara importante, la Villacidro Skyrace ha negli anni sempre cercato di migliorarsi sia dal punto organizzativo che tecnico, divenendo una garanzia. Si apre quindi la stagione dello skyrunning. Come FISky continuiamo a lavorare, ma soprattutto a collaborare insieme alle gare, per lo sviluppo della disciplina. Tra i focus di quest’anno, che speriamo sia il primo libero dalle preoccupazioni legate al Covid19, la tutela dell’ambiente e la sostenibilità, oltre alla valorizzazione dell’ambiente in cui le nostre gare si svolgono».

Informazioni sul sito ufficiale della gara.

Condividi: