Climbing Technology presenta Tamara Lunger - Up-Climbing

Climbing Technology presenta Tamara Lunger

Ha preso vita nella sala delle riunioni importanti il riconoscimento di Tamara Lunger come nuova testimonial Climbing Technology. A fare gli onori di casa il patron dell’azienda di Cisano Bergamasco Carlo Paglioli, il quale ha dettagliatamente anche presentato l’azienda ed i suoi punti di forza, le sue origini ed i suoi obiettivi futuri. "Nati come produttori di materiale conto terzi, oggi siamo un riferimento nell’ industria dei materiali da montagna e anche nel settore lavoro. L’ innovazione e’ alla base di ogni nostra decisione; abbiamo sempre cercato non di seguire le tendenze o le idee sviluppate da altri ma di farci promotori noi stessi di nuove soluzioni."
E nel segno di questa ricerca di tecnologie e prodotti innovativi, non poteva essere scelta una testimonial diversa. Tamara infatti, nata come scialpinista e arrivata a vestire la maglia azzurra nelle competizioni internazionali, si e’ dedicata dal 2009 all’alta quota, collezionando spedizioni su diversi 8000. "Sono felicissima di essere con Climbing Technology, e’ un’azienda con prodotti molto validi e più di ogni altra cosa mi ha colpito l’affetto con il quale sono stata accolta e la fiducia che ho subito percepito. Con Carlo facciamo una cordata e come in spedizione deve essere un rapporto di totale e reciproco rispetto, credendo senza dubbi nell’altra persona."
"Tre cose cerchiamo in una persona che ci rappresenta" prosegue Paglioli, "deve essere competente, deve avere una bella immagine e deve aiutare l’azienda portando contributi che solo le esperienze dirette sul campo possono dare. Tamara è la capostipite di un progetto che sta prendendo forma, caratterizzato da molte novità che vedrete nel 2015.”
Una carriera alpinistica quella di Tamara Lunger, iniziata sulle orme del padre fin dai primi anni di vita. “Con lui ho scoperto la montagna e nel tempo questo legame speciale tra noi non si è perso. Con lui ho fatto forse la più bella esperienza alpinistica finora, una traversata in Pakistan di 200 km sulle pelli in mezzo a mille seracchi. Era difficile stargli dietro! Non è più giovanissimo ma sarebbe in grado di tirare il collo a gente della metà dei suoi anni.”
www.climbingtechnology.it
www.tamaralunger.com



 
 
 

Condividi: