CAI E GUIDE INSIEME PER LA FALESIA - Up-Climbing

CAI E GUIDE INSIEME PER LA FALESIA

AL VIA IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DELLE FALESIE

Il CAI ed il Collegio delle Guide Alpine si impegnano in un progetto di riqualificazione delle falesie.

Il Club Alpino Italiano, rappresentato in particolar modo dalla Commissione Nazionale Scuole di Alpinismo Scialpinismo e Arrampicata Libera, si sta impegnando insieme al Collegio delle Guide Alpine per far partire un progetto per la riqualificazione delle falesie italiane. Lo scopo finale è quello di fornire nuovi standard per quello che è la chiodatura di nuove falesie, così come la richiodatura di siti preesistenti, con un occhio di riguardo alla sicurezza.

Il progetto coinvolgerà tutta Italia e si articolerà in venti diverse falesie, una per ogni regione. L’idea di base del progetto è proprio quella di portare avanti il discorso della messa in sicurezza dei siti di arrampicata, situazione troppo spesso lasciata in mano ad amatori ed appassionati che si dedicano nei ritagli di tempo. Il CAI ha promosso l’iniziativa mettendo a disposizione 400mila euro, amministrati tramite le sottosezioni regionali in capitali da 20mila per falesia. 

Questo progetto è un primo tassello di un programma più ampio di attenzione nei confronti dell’alpinismo da parte del CAI – dice Antonio Montani, presidente del Club alpino italiano – Ci sta molto a cuore perché le falesie rappresentano una porta d’accesso verso l’arrampicata in ambiente che come CAI vogliamo tornare a promuovere con molta convinzione”. “Siamo molto contenti che il CAI abbia coinvolto le Guide alpine italiane in un progetto che valorizza il patrimonio di conoscenza e competenza tecnica tipico della nostra professione – dice Martino Peterlongo, presidente del Collegio Nazionale delle Guide alpine Italiane – Ci auguriamo che sia l’inizio di una collaborazione che ci porti insieme a promuovere la passione dell’alpinismo tra nuovi praticanti”.

La speranza più diffusa tra gli appassionati di arrampicata è proprio quella che questo progetto sia la prima parte di un puzzle ben più ampio, che vada a sopperire a tutte le più moderne esigenze che sono emerse negli ultimi anni, come ad esempio la figura del maestro di arrampicata.

Fonte ufficio stampa Guide Alpine 

Alessandro Palma 

Condividi: