ALE MARINARO E I SASSISTI TUSCIAROLI – PT. 2 - Up-Climbing

ALE MARINARO E I SASSISTI TUSCIAROLI – PT. 2

Come sviluppare un’area blocchi?

Dopo il commento della scorsa settimana alle salite più rilevanti di novembre, il Paese dei B(a)locchi torna alle interviste! In particolare, avevamo lasciato in sospeso la chiacchierata con Alessandro Marinaro, uno dei principali esponenti dei Sassisti Tusciaroli.

Nella prima parte dell’intervista abbiamo parlato della realtà di questo gruppo, di come si è formato e di quali sono i suoi intenti, per poi raccontare più nel dettaglio di Soriano nel Cimino, una delle aree boulder più importanti e interessanti del Centro Italia.

In questa seconda parte dell’intervista andiamo ad ampliare il discorso e a generalizzarlo, analizzando con Alessandro come sia opportuno organizzarsi per valorizzare un’area boulder e farlo in un modo che sia sostenibile, rispettoso dei luoghi e della natura e soprattutto in collaborazione con le amministrazioni locali e gli eventuali proprietari privati. Temi molto importanti che, se trascurati, non solo possono mettere a repentaglio la frequentazione dei luoghi ma anche causare danni all’ambiente e ai massi.

Come sempre, sopra è riportato il video dell’intervista, mentre il relativo podcast è ascoltabile su Spotify e sul sito di Climbing Radio.

Alla prossima settimana, con un nuovo ospite che ci porterà in un’altra regione italiana dall’immenso potenziale arrampicatorio!

Albertaccia

Condividi: