LA FOTOGRAFIA E L’EVOLUZIONE DEL BOULDER - Up-Climbing

LA FOTOGRAFIA E L’EVOLUZIONE DEL BOULDER

La seconda parte dell’intervista a Massimo Malpezzi


Ne Il Paese dei Balocchi su Climbing Radio anche questa settimana continuiamo a parlare di un argomento particolare e importante: la fotografia nell’arrampicata e nel boulder.

Lo facciamo con Massimo Malpezzi, arrampicatore, alpinista, boulderista e fotografo da una quarantina d’anni e che nella sua vita ha avuto modo di vivere in prima persona tutte le trasformazioni che le discipline verticali hanno mostrato di decennio in decennio.

Si riparte da dove eravamo rimasti la scorsa settimana, nel comprendere come debba essere la fotografia d’arrampicata per trasformarsi in arte. Il Malpe ci offre consigli sia generali che tecnici per raggiungere questo obiettivo. Da qui, anche analizzando come si presenta oggi la fotografia del boulder, si discute più in generale di come è evoluto la spirito e la filosofia di questa disciplina negli anni, che cosa è stato perso e che cosa continua a sopravvivere…

Un’altra chiacchierata informale e ricca di passione di cui riportiamo sopra il video, per celebrare la bellezza e profondità dell’andar per massi!

Albertaccia

Condividi: