Arthur Kubista 9a+ a 45 anni - Up-Climbing

Arthur Kubista 9a+ a 45 anni

 


 
 
Mancavano ancora 7 giorni allo scoccare del  45esimo compleanno di Arthur Kubista, celebre arrampicatore austriaco di altissimo livello, quando è arrivata la redpoint di Der lange Atem, un suo  progetto vecchio di 3 anni e per il quale propone il grado 9a+. 
 
La via in questione si trova nella falesia di Schattenreich, posta nella valle prealpina di Hoellental a 80 km da Vienna. Il nome è un gioco di parole che vuole evidenziare la grande forza di volontà che è stata necessaria per venire a capo di questo tiro furioso.
 
Un regalo strameritato per il simpatico climber che lo scorso anno ha rischiato grosso a causa di un blocco respiratorio in seguito ad  un’infiltrazione per problemi alla schiena.
 
Un grande ritorno alla difficoltà estrema che – grazie anche ad Arthur – non è appannaggio solo di un manipolo di scatenati teen-ager. Kubista ha infatti al suo attivo il primo 9a dell’Austria orientale  Maitre Vauban und der Basilisk sempre a Schattenreich, liberato nel 2003, e  finora irrepetuto, nonostante vari tentativi di alcuni big.
 
Il tiro si trova a fianco di Aktion Talon, 8c, anche questo una sua opera.  Arthur Kubista è un grande appassionato delle rocce sarde dove ha liberato una gran quantità di lunghezze estreme come l’8c+ di Zigantumania al Grottone di Millennium ed è buon amico di Maurizio Oviglia, che in sardegna è di casa (non solo perché ci abita), ed è proprio da quest’ultimo che ci è arrivata questa interessante notizia.
 
Ecco le parole di Arthur: “…la via Der lange Atem, lunga 28 mt, per cui propongo il grado 9a+, si divide in 2 sezioni di stile molto diverso, interrotte da un riposo totale. La prima sezione di circa 13 mt, violenta e molto atletica, supera due tetti e potrebbe essere valutata più o meno 8c/c+. L’ho liberata già l’anno scorso come via a sè stante, e l’ho chiamata “Versehrtendachl” (Tetto del mutilato), in allusione alla mia grave malattia alla schiena. La seconda sezione è un’estensione di circa 15 mt sul muro strapiombante, con un passaggio durissimo e continuo su microappigli. Sono riuscito a concatenare le due sezioni col gelo tagliente del 31 ottobre 2009, fondendole in un tiro solo: Der lange Atem”


Maurizio Oviglia comunica che informazioni dettagliate sul settore le potrete trovare sulla prossima edizione di UP, che uscirà all’inizio del 2010, per la casa editrice Versante Sud

Fonte:up-climbing
Foto: archivio Arthur Kubista
ms

Condividi: