E8 (quasi) flash per Caroline Ciavaldini - Up-Climbing

E8 (quasi) flash per Caroline Ciavaldini

 
Dopo aver sostenuto e fatto il tifo per il suo compagno James Pearson che ha ripetuto con successo la difficile Muy Caliente, a Pembroke, la francese Caroline Ciavaldini ha deciso che era il suo momento di cimentarsi con l’arrampicata trad e – neanche a dirlo – ha portato a casa eccellenti risultati.
 
Ecco il racconto di Pearson: “La sua prima esperienza trad è stata su una via di E3, la classica Pleasure Dome. L’arrampicata è abbastanza facile e ha potuto concentrarsi su come piazzare correttamente le protezioni. Ha danzato sull’itinerario, dando l’impressione di un totale controllo, salvo un attimo quando un nut le è schizzato in faccia mentre provava se avrebbe tenuto…
E3 non è un grado estremo, ma molto al di sopra del livello del medio climber inglese e quasi inimmaginabile dai più come un primo approccio al trad, e questo era un buon segno per il futuro!

Il giorno dopo Caroline ha voluto provare qualcosa di più, e ha deciso di cominciare direttamente dal top: la sua scelta è caduta su un E8 chiamato Point Blank, che mi era riuscito in precedenza con facilità proprio durante questo viaggio. E8 è il livello più alto mai salito da una donna, nel Regno Unito, e nelle 3 o 4 volte che è stato raggiunto, ciò è successo solo dopo un bel po’ di tentativi top-rope.

Non solo Caro ha deciso di salire un E8 come sua seconda via in assoluto in stile trad, ma voleva provare "flash" , cosa mai fatta da una donna, e solo in rare occasioni da pochi uomini. La maggior parte delle persone probabilmente penserà che sono stato pazzo a lasciarle fare questo, ma dopo aver scalato con Caro ogni giorno dell’ultimo anno, conoscevo bene il suo stile, la sua capacità, e quanto sia forte il suo controllo mentale, e perciò ero convinto che potesse farlo.

Si è preparata con calma alla base ed è partita per affrontare questi 40m di dura e intimidente salita. Arrampicava perfettamente; calma e controllata, potente quando necessario, rilassata quando poteva permetterselo, posizionava le sue protezioni e ben presto è arrivata ai duri movimenti finali e proprio prima di una buona presa finale i piedi le sono scivolati e ha fatto un volo di 15 metri! 
 
Ero felice che fosse tutto ok e appena l’ho calata mi sono congratulato per il risultato eccezionale!
Ma non sapevo ancora che cosa fosse ‘lorgoglio francese"! Piuttosto che accontentarsi di un tentativo incredibile e così vicino al successo,  Caro ha tirato giù le corde e iniziato a salire di nuovo. Malgrado  l’adrenalina della caduta la facesse ancora tremare e con la stanchezza nei muscoli, tutto quello che aveva in mente era che aveva fallito, e che ora doveva farcela.

Ha terminato la salita in circa 20min, dopo aver tirato fuori e riposizionato tutte le protezioni!  Straordinario! E io sono così orgoglioso di lei!"

 
Caroline Ciavaldini è arrivata quinta lo scorso in Coppa del Mondo Lead, e ha al suo attivo sei 8c, di cui l’ultimo è l’estetica prua di Guerre d’usure, a Claret nella regione di Montpellier nel sud della Francia, e ancora Beberechos (La Verrière), Le Roi du pétrole (Pic st loup) al 5^ tentativo, Sumazero (Cuenca) al 5^ tentativo, Nuria (Cuenca) al 2^ tentativo e Pata Negra (Rodellar). La Ciavaldini ha salito inoltre a vista varie vie di 8b tra le quali Commando Madrid a Las Perxes (Mallorca), Il vecchio e il Mare in Sardegna e A bout de Souffle a Peillon.
 
Fonte: James Pearson UKC

Condividi: