MERARD, DICIOTTENNE DA 9A - Up-Climbing

MERARD, DICIOTTENNE DA 9A

UN ALTRO TIRO ESTREMO PER TANGUY

Tanguy Merard ripete Redoublement d’effort, 9a.

Con Mejdi Schalk come punta di diamante, la scuola francese è ricca di fortissimi giovani scalatori, che raggiungono cifre da capogiro già entro i vent’anni. L’ultimo esempio eclatante è Théo Blass, che a dodici anni ha salito il suo primo 9a. Tanguy Merard non è da meno e, sebbene sia appena più grande, ha raggiunto già il grado di 9a+. 

Dopo aver salito La moustache qui fâche (9a+) a inizio estate, Tanguy si è concentrato sulla kingline di una falesia molto particolare: La Roche de Rame. Situata in centro paese, con le case tutto intorno, questa piccola falesia presenta tiri davvero estremi con primi salitori illustri. La vicinanza con il laghetto adiacente la rende poi perfetta per le gite familiari domenicali, per quelli che si vogliono dividere tra arrampicata e relax. Merard si è concentrato sulla prima e i risultati non sono mancati.

Dopo aver parlato con Diego Fourbet (amico e primo salitore) di questa via, Tanguy ha deciso che doveva provarla assolutamente. Nel 2020 inizio provando e salendo La proue debridée (8c+) che è la prima parte del progetto completo. A fine estate è riuscito a salire la linea “finale”: Redoublement d’effort, 9a. Il processo di conquista è stato lungo, ma principalmente per la mancanza di tempo. Merard è infatti membro della squadra nazionale giovanile e affronta le gare con ottimi risultati. Inoltre, è stato occupato con un cantiere mitico, nel quale gli manca davvero poco per finire l’opera: Biographie!

Fonte e cortesia foto Tanguy Merard 

Alessandro Palma

Condividi: