Ondra - La Capella 9b - Up-Climbing

Ondra – La Capella 9b

 
Il 17 febbraio scorso Adam Ondra ha realizzato la prima salita di La Capella, a Siurana, (Catalogna – Spagna) un tiro di 15 metri che ha valutato 9b. Per liberare questa linea ci sono voluti 9 giorni, suddivisi in due diversi viaggi, un tempo enorme considerate le sue ripetizioni lampo di vie estreme.
Pierre Délas e Björn Pohl hanno realizzato questa intervista esclusiva con il giovane campione ceco:
Bravo Adam ! Dev’essere una sensazione fantastica riuscire su questa prima salita dopo tanto lavoro! Pensi che l’avresti fatta a quel tentativo (l’ultimo dell’ultimo giorno ndr) se avessi avuto più tempo?
Grazie! In quell’ultimo sorprendente tentativo ero nello stato psicologico migliore, totalmente concentrato, e lontano dal riflettere sulla possibilità di un potenziale fallimento.
Puoi dirci qualcosa di più sulla via e sulle sue difficoltà specifiche? Confrontala con altre che hai già fatto.

"La Capella" è un progetto vecchio di 15 anni attrezzata da David e Carles Brasco. Si tratta di una linea completamente indipendente, la più evidente del settore, situata al centro della piccola grotta. L’itinerario è di circa 15 metri di lunghezza, ma il crux sta nella prima metà, la seconda parte sopra il bordo della grotta è infatti non più di 7c+. Questo significa che "La Capella" propone una arrampicata molto esplosiva e boulderosa con due porzioni super dure.
 
Sono entrambe costituite da circa 5 movimenti duri senza riposo, giusto il tempo di rinviare e prendere la magnesia con 2 arcuate di una mezza falange. Il primo passo di blocco propone 4 movimenti su cattive reglettes e arcuate con un tallonaggio molto alto, che mi sembrava l’unico appoggio di questa sezione.
 
La seconda parte è l’opposto della prima: molto strana,cattivi appoggi, prese piatte, movimenti lunghi e ancora una volta non più di 5 movimenti. Penso che entrambi i crux sono di 8A+ boulder, forse 8B per il secondo. Sopra il secondo crux, c’è ancora una parte difficile per raggiungere il bordo della grotta, dove si deve tenere duro per non cadere. Sono certo che "La Capella" è nettamente più difficile di tutte le vie corte che ho realizzato finora, e più impegnativa di altre dello stesso stile che ho potuto ripetere in Frankenjura o a casa nella Repubblica ceca per esempio, ma, forse, sono solo fuori forma .
 
Che cosa c’è di diverso tra realizzare prime ascensioni e fare ripetizioni di vie esistenti?


 Lavorare su una prima salita è molto diverso. Durante i primi due giorni non sapevo nemmeno se sarei stato in grado un giorno di chiuderla. Utilizzavo un metodo super duro nel primo crux. Aiuta molto sapere che una via è stata salita redpoint da un altro scalatore. La differenza più grande è l’enorme incertezza sulla gradazione. Suggerisco 9b per questa salita a causa dello sforzo che ho dovuto investirci e anche perché sembra che la via sia nel mio stile. Comunque non sono sicuro che questa sia la decisione giusta e potrebbe essere solo 9a+ perchè non ho idea della mia forma fisica in questo momento e non ho tentato altre vie di difficoltà simile di recente.
 
Pensi che il futuro dell’arrampicata estrema sia su vie corte come "La Capella", o il progetto di Chris " First round first minute?


Sì, è un concetto interessante di mixare blocco e difficoltà ed è qualcosa che ho sempre amato da quando ho trascorso un bel po’ di tempo in Frankenjura o nelle falesia di casa nella Repubblica Ceca. Però non posso dire che questo sia l’avvenire dell’arrampicata sportiva, perché anche le vie lunghe hanno il loro fascino e ci sono sempre dei climber che preferiscono questo stile.
 
Su quali competizioni internazionali ti concentrarai quest’anno? E quali sono i tuoi obiettivi per il 2011?
 
Una cosa è certa è cioè che io non parteciperò a tutte le fasi della Coppa del Mondo in entrambe le discipline (blocchi e difficoltà). L’obiettivo principale è naturalmente il Campionato del Mondo di Arco, dove sarò presente sia nelle gare di difficoltà che di boulder, ma la difficoltà rimane la mia priorità assoluta!
 
Fonte. kairn ukc

Condividi: