Vacanze trentine per Schubert - Up-Climbing

Vacanze trentine per Schubert

Il biondo più in forma dell’Austria si è concesso una breve vacanza in Italia, nei territori di Arco di Trento.

Per Jakob è stato un fine stagione diverso dal solito. Un dolore al braccio l’ha tenuto lontano dal Campionato Austriaco nelle discipline Speed e Boulder. Nel Boulder però ha affiancato il team di tracciatori ed ha proposto alcuni blocchi per la competizione più importante dell’anno. Nella Lead, inutile dirlo, ha dominato la gara, guadagnandosi il titolo di Campione Austriaco.

Dato il tempo poco clemente, ha deciso di spostarsi ad Arco per scalare qualche giorno in falesia. In appena due tentativi è venuto a capo di Pure Dreaming, una via di continuità gradata 9a con un crux alla fine. Per questo tiro, molto simile se vogliamo ad una via di gara, Schubert propone ciò che già Megos aveva anticipato, ovvero il downgrade a 8c+.

In quello che lui stesso definisce “l’ultimo disperato tentativo”, ha fermato il lancio tipico di Bio-logico, un 9a davvero famoso e moderno come stile di scalata in quel di Naranch. La stessa via è stata ripetuta negli anni da molti scalatori italiani di alto livello come Moroni, Scarperi e Picco. 

Fonte pagina IG Jakob Schubert 

AP

Condividi: