COPPA ITALIA: VINCONO COLLI E BOULOS - Up-Climbing

COPPA ITALIA: VINCONO COLLI E BOULOS

BEATRICE SOTTO I SETTE SECONDI!

Beatrice Colli e Alessandro Boulos vincono la quarta prova di coppa Italia speed 2023.

Al termine di una strepitosa prova di coppa Italia speed a Reggio Emilia, l’Italia può vantare un record femminile sotto i sette secondi. Con questo tempo, i velocisti del Bel Paese si avvicinano sempre di più agli standard internazionali, dimostrando che, al momento, la speed è la disciplina trainante. I due attuali record italiani fanno ben sperare anche in ottica olimpica, sia per quanto riguarda la qualificazione che per quanto riguarda la performance a Parigi. 

In una straordinaria semifinale, Beatrice Colli (G. S. Fiamme Oro) stoppa il cronometro a 6.90, mettendo subito in chiaro chi è il punto di riferimento nella categoria femminile e arrivando mezzo secondo abbondante dal world record. Oltre all’oro, conquista quindi un’importante pagina di storia dell’arrampicata italiana, tutta rosa, diventando la prima a correre sotto i sette secondi. Alle sue spalle, l’altra colonna portante della speed, Giulia Randi (C.S. Esercito). Eva Mengoli (Istrice) conclude il podio battendo nella finalina Sofia Milani (King Rock).

Alessandro Boulos (Gruppo Rocciatori Piaz) centra una importante vittoria che cercava da anni, dimostrando che non è mai tardi per una medaglia d’oro. Luca Robbiati (Stone Age), quasi dieci anni più giovane di Boulos, conquista l’argento e precede il talentuoso Marco Rontini (C. S. Esercito). Conclude il poker dei finalisti Ludovico Fossali (C. S. Esercito) che sui suoi canali social racconta le difficoltà riscontrate in gara. Essendo da anni il punto di riferimento per quanto riguarda la speed tricolore, Ludovico sembra accusare di più il livello italiano che quello internazionale, dove sente meno pressioni. Fossali rimane comunque un punto di riferimento per il movimento anche senza una medaglia, dimostrando che essere campioni non vuol dire solo vincere, ma mettersi a nudo, ammettere le proprie difficoltà e sentire la pressione. 

Appuntamento con la speed a fine luglio

Fonte FASI

Cortesia foto OutThere Collective per FASI

Alessandro Palma 

Condividi: