Tragedia sfiorata al Gasherbrum

Simone Moro cade in un crepaccio e ne esce in piolet-traction

19 gennaio 2020
Tragedia sfiorata sabato 18 gennaio al Gasherbrum: Simone Moro è caduto in un crepaccio.

Mentre procedeva legato in cordata con Tamara Lunger, Moro è precipitato in una voragine che si è aperta sotto i suoi piedi. La compagna ha frenato la caduta ma, con la corda in massima tensione attorcigliata a una mano e le racchette da neve ai piedi, ha cominciato a scivolare verso l’orlo del crepaccio. Fortunatamente Moro è riuscito a scaricare il suo peso piantando una vite. «Quella vite ha fermato lo scivolamento mio e la probabile caduta nel crepaccio di Tamara» afferma Moro sui social. «Da lì, senza entrare nei dettagli, ci siamo inventati il modo di uscire. Quasi due ore dopo. Contorsionismi e mille sforzi mi hanno permesso al buio e schiacciato tra due pareti larghe 50 cm e risalire in piolet traction tutto il crepaccio».

Oggi i due alpinisti si trovano al campo base. «Ho organizzato l’evacuazione con richiesta di accertamenti medici per entrambi. Oggi i dolori sono più forti e la mano di Tamara parzialmente insensibile e non utilizzabile».

Dopo questa disavventura la spedizione di Tamara Lunger e Simone Moro ai Gasherbrum può dirsi conclusa, per fortuna senza conseguenze gravi.

Fonte: social network Simone Moro.

Txguide 740x195

Copyright © Up-climbing.com By Versante Sud Srl
Sede legale Milano via G. Longhi, 10 - Registro Imprese di Milano P.IVA n. 12612150156 REA MI-1569599 - Cap. Sociale euro 10.000,00

Logo footer e307f2bce5042c4e7a257ec709ea497334ec09124162c27e291131063b267875