HOT BOULDER: ZAMORA, FAVRE, E SVECOVA - Up-Climbing

HOT BOULDER: ZAMORA, FAVRE, E SVECOVA

Le ultime dai blocchi di alto livello

Dalla ripetizione del primo 8C di Spagna, a un pietra miliare di Cresciano per finire con una inusuale location per il bouldering

L’inizio settimana del bouldering si è aperto all’insegna della tenenza, con protagonisti Pablo Zamora, Nils Favre e Jane Svecova.
Pablo,
boulderista spagnolo di cui abbiamo fatto la conoscenza giusto pochi giorni fa in occasione della salita di El Elegido a La Pedriza, si ripete ora ad altissimi livelli, con una linea che ha un significato particolare nell’ambito del boulder iberico. Il giovane di Madrid ha infatti ripetuto Entropia a Castillo de Bayuela, il primo blocco di Spagna valutato 8C, liberato nel 2011 da Nacho Sanchez e poi ripetuto da nomi quali Beto Rocasolano (2014), Ignacio Mulero (2016), Jesús Muñoz «Chuchi» e Ángel Espinosa (2021). Con questa salita, Pablo porta a due i boulder di questa difficoltà nella sua carriera ancora agli inizi.

Da un esordiente a un boulderista che già da diversi anni è un nome conosciuto a livello internazionale, il franco-svizzero Nils Favre. Nils si trova in Ticino, dove sta lavorando l’8C+ di Ephyra. Tuttavia, in un momento di stacco, ha visitato Cresciano e nonostante la stanchezza ha chiuso anche lui l’8C di The Story of Two Worlds, come mostrato nel video uncut riportato sopra. Nel suo post Instagram, Favre spiega di averlo salito senza kneepad (che ne cambia drasticamente la difficoltà) proprio per rimanere fedele al metodo originale, essendo più interessato al significato storico di questa linea piuttosto che al suo grado.

Infine, ritroviamo in questi giorni anche Jane Svecova, che per la sua ultima realizzazione ha scelto un luogo inusuale e lontano dai sentieri battuti. La boulderista della Repubblica Ceca, che già in passato abbiamo visto conseguire risultati fino al 8B+, ha Infatti visitato gli Emirati Arabi dove, nell’area di Al Tawaian, ha salito il blocco più duro del paese, l’8B di Lion King. Una lotta che l’ha provata anche mentalmente dopo aver fallito proprio all’ultimissimo movimento, per poi affrontare tutta una serie di tentativi successivi andati male. Tuttavia, in un tentativo finale senza ormai aspettative, Jane è riuscita ad avere la meglio, per un altro bel risultato in carriera.

Albertaccia

Foto di copertina – Nils Favre su The Story. Screenshot dal video.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nils Favre (@nilsfavre)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pablo Zamora (@pabloz00)

Condividi: