9A E 9A+FA PER CAMERON HÖRST - Up-Climbing

9A E 9A+FA PER CAMERON HÖRST

BELLE SALITE A ROBBERS ROOST

Cameron Hörst ha liberato un 9a+ e ripetuto un 9a in Kansas. 

Hörst é uno di quei cognomi non facili da portare. Eric Hörst è una vera e propria leggenda dell’arrampicata e i figli Cameron e Jonathan però non sembrano trovare difficoltà. I due, già famosi per aver salito tiri di 9a in giro per il mondo, sono spesso in viaggio insieme. Quando non gli è possibile visitare falesie lontane, si dedicano alle più vicine falesie americane, ripetendo tiri che sono dei veri e propri must do per ogni “gringo“.

Proprio in una di queste falesie americane, Cameron Hörst ha effettuato due delle sue più brillanti salite. Partendo dalla più lontana del tempo, il giovane Hörst ha salito Dad Bod, un celebre 9a composto da un boulder durissimo in ingresso. Proprio grazie ad un nuovo metodo per passare questa sezione, che fa scendere il grado del singolo da 8A/+ a 7C, Cameron propone un leggero downgrade da 9a ad 8c+, riconoscendo però che le tre salite che precedono la sua hanno utilizzato un metodo definitivamente più duro. 

Non sazio delle sue gesta e desideroso di spingere forte sull’acceleratore, il buon Hörst si è dedicato ad un progetto che ancora aspettava una prima salita. Questa via non è altro che la versione dura di Arrested development, un 9a già salito in precedenza. La linea, chiodata Andy Raether e Joe Kinder,  si compone infatti della parte alta del famoso tiro, ma parte diretta sotto, con un ingresso davvero duro. Da questo mix nasce Martial Law, un tiro per il quale Cameron propone il grado di 9a+. Oltre a proporre il grado e a raccontare che la scelta deriva da una chiacchierata fatta con Joe, il giovane climber ringrazia i due chiodatori per averlo invitato a partecipare al progetto, donandogli un importantissimo tassello della sua carriera sportiva. 

Fonte e cortesia foto Cameron Hörst

Alessandro Palma 

Condividi: