9A: GLI ULTIMI SALITI PRIMA DELL'ESTATE - Up-Climbing

9A: GLI ULTIMI SALITI PRIMA DELL’ESTATE

CARRELLATA DI SALITE ESTREME

Gli ultimi 9a saliti a fine primavera 2023.

Oltre alle clamorose gesta del ventiduenne Cameron Hörst, che ha ripetuto un 9a ed ha liberato un 9a+, parecchi climber hanno raggiunto le catene dei loro progetti. Dopo aver salito Papichulo (9a+), Thibault Lair ha chiuso i conti anche con Cosi se Arete, un 9a con poche ripetizioni in quel di Margalef, arrivando ad una decina di tiri sul nono grado. Sempre in Spagna, il sempreverde Dani Fuertes ha effettuato la prima ripetizione del capolavoro di Jonatan Flor, Apocalipsis de la Gioconda (Rodellar). Per la sua FA, Jonatan aveva proposto il 9a+, Dani ha ritenuto opportuno scendere a 9a in seguito alla scoperta di alcune nuove beta. 

Andando verso Est, approdiamo in Francia, una zona ricca di tiri duri e famosi. Nella falesia di Entraygues, Justin Deschamps ha chiuso i conti con la famosissima Condé de choc, uno dei 9a più boulderosi al mondo. Sempre in Francia, ma a Ceuse, Jonathan Siegrist ha buttato la corda in catena a Pornographie, un sogno per tanti e nulla più che una parte di un obiettivo più grosso per lui.

Jonathan Siegrist, Pornographie 9a, Ceuse – Ph Andrea Zanone

Spostandoci in Frankenjura, nonostante le alte temperature, troviamo un neo membro del club del 9. Con la sua salita di Nice freshly baked (9a), Maximilian Dauser fa il suo ingresso nell’esclusivo club dei top climber. Per Max si tratta di un grande successo personale, che gli dimostra come la motivazione sia più importante dei mille impegni da neo papà. 

Tornando alle gesta del giovane Hörst, ci spostiamo a Mt Charleston: poco prima della sua salita di Dad Bod, Owen Whaley ha liberato Man Bod, arricchendo Robbers Roost di un nuovo 9a. Tyler Thompson invece, si è misurato con una delle vie più classiche degli USA: Life of villains. Situata nella Hurricave, questa via è una delle tante estreme liberate dalla leggenda Joe Kinder.

Fonte pagina Instagram degli atleti

Cortesia foto Andrea Zanone

Alessandro Palma 

Condividi: