Guamka: una fornace senza fine - Up-Climbing

Guamka: una fornace senza fine

Sergey Shaferov ha quasi ultimato la sua ticklist nella falesia di Guamka. 

Situata nella regione di Krasnodar, una città nel sud della Russia, Guamka è una falesia famosa per aver ospitato anche festival internazionali. È una falesia decisamente per tutti, con tiri che partono dai gradi più bassi ed arrivano a progetti ancora insaliti

Ad oggi, i tiri chiodati sono circa 250 e Sergey è uno dei più attivi valorizzatori del luogo, insieme al gruppo di scalatori locali Gekko. Proprio i Gekko hanno attrezzato questo ultimo settore, dove Sergey ha liberato un bel po’ di tiri: qualche 8a/a+, due 8c+ ed un 8c+/9a, che si aggiunge ai cinque 9a presenti nella falesia. Il tiro si chiama “Anche nella terra esiste l’inferno” ed è sicuramente il fiore all’occhiello per Sergey, che ci dice: “La via si avvale di una scalata molto fisica. È praticamente un tetto orizzontale di 15 metri, tutto naturale, nessuna presa scavata o migliorata. In cima ti aspetta il passo duro, un blocco che fa lievitare il grado ad 8c+/9a.”

Di tiri, Sergey, ne ha macinati a decine. Ci ha rivelato che ancora non si sente soddisfatto: il potenziale del posto è ancora enorme. Proprio la scorsa settimana è caduto in cima ad un progetto estremamente duro, che spera di salire presto. La stagione è abbastanza corta, si scala bene da luglio a novembre. Prenotate le ferie, l’idea ve l abbiamo già data noi! 

Fonte Sergey Shaferov

AP

 

 

 

 

Condividi: