HOT LINES: 9A PER CARNATI E GUILLERMIN - Up-Climbing

HOT LINES: 9A PER CARNATI E GUILLERMIN

ANCORA 9A PER I DUE TOP CLIMBER

Stefano Carnati si aggiudica anche Martin Krpan, 9a a Misja Pec, mentre Victor Guillermin sale Le Cadafist, 9a a Saint Léger. 

La stagione agonistica 2024 è ormai alle porte e molti dei top climber approfittano di questo inverno non troppo freddo per aggiudicarsi la salita di qualche progettino che vede il suo nome sulla loro lista. Tra le falesie vicino all’Italia, non possiamo trascurare Misja Pec e Saint Léger, due posti particolarmente famosi per la scalata di alto profilo. 

Impegnato in zona con l’università, Stefano Carnati è ormai un local delle falesie di Osp e Misja Pec, luoghi fulcro dell’arrampicata a est dell’Italia. Dopo essersi aggiudicato i classici Xaxid hostel e Sanjski par extension, il lecchese ha ora ultimato il tris di 9a tipici di quest’area. In poco tempo è infatti venuto a capo di Martin Krpan, un 9a al centro di molte polemiche negli ultimi tempi. Dopo la salita di Kruder, che “denunciava” l’abuso delle ginocchiere, questo tiro ha fatto parecchio parlare di sé. Stefano, che come sempre è particolarmente arguto nei ragionamenti, si è espresso con un giudizio più che saggio. Dopo aver deciso di rimanere “fedele” alla versione originale e di scalarlo senza l’ausilio del kneebar, ha chiarito di non essere comunque contro l’utilizzo della ginocchiera. Specialmente sulle vie nuove, secondo lui, il grado andrebbe dato sempre pensando al modo più facile per progredire, con le migliori condizioni possibili.

Il francese Victor Guillermin invece ha deciso di stare sui progetti di casa e, dopo aver visto un video di Megos, ha deciso di provare il famoso Le Cadafist. Questo 9a si compone di tre sezioni. La prima, meno intensa, culmina con un rest dove il climber può sedersi su di un albero: un riposo piuttosto curioso! Le seconde due sono invece più intense e si collegano con un buon riposo ma meno pittoresco. Per Victor, questo sarà l’ultimo anno di gare nella squadra francese giovanile e il suo obiettivo primario è chiaro: diventare campione del mondo!

Fonte Stefano Carnati – Victor Guillermin

Cortesia foto Stefano Carnati per Nicholas Hobley

Alessandro Palma

Condividi: