HOT LINES: CARNATI, WELT E ROTH - Up-Climbing

HOT LINES: CARNATI, WELT E ROTH

LE ULTIME SALITE IN ARIA DI 9

Stefano Carnati ripete Pescena Ura (9a), Moritz Welt sale Janus (9a) e Cody Roth chiude i conti con Biologico (9a).

Continua la serie di vie dure salite nell’est da Stefano Carnati. Il giovane lecchese, impegnato non lontano dalle falesie slovene in un difficile percorso di studi, si è fatto ingolosire come suo solito dai tiri estremi. Dopo aver concluso al meglio le sue avventure nella zona di Osp/Misja Pec, completando il tris di classici composto da Martin Krpan, Xaxid Hostel e Sanjski Par Extension (tutti e tre 9a), Stefano aveva rilanciato con Vicious Circle, un tiro che vale il grado di 9a+/b. Avendo esaurito in una stagione praticamente tutti i tiri duri, Carnati si è spostato a Sopota, patria outdoor del fortissimo Jernej Kruder. Stefano si è subito orientato sulle creazioni di Kruder, riuscendo a ripetere piuttosto in fretta In time (8c+/9a). Le sue attenzioni sono subito ricadute su Pescena Ura, la variante più dura che si apre con un coraggioso lancio. In breve tempo, Carnati si è aggiudicato anche questa via, aggiungendo un corposo 9a al suo ricco curriculum.

Nel frattempo, Cody Roth ha messo a ferro e fuoco le falesie trentine e non solo. Approfittando di un ottimo stato di forma, l’americano ha inanellato una serie di belle salite, eccellendo anche nello stile a vista. A Grotti, storica falesia di cui ha parlato profusamente Lorenzo Russo nella sua intervista, Cody ha toccato l’apice delle sue capacità di scalatore on sight. Nello stesso giorno si è infatti aggiudicato I sorci verdi (8b/+) e Progetto Ciato (8b) in questo stile che, dopo esser andato un po’ in disuso, sta tornando parecchio in voga. Tornato a casa, l’american boy si è aggiudicato Biologico, uno dei 9a più famosi di Arco. Periodo niente male per un “quadragenarian”!

In Frankenjura invece, territorio che non ha bisogno di presentazioni, Moritz Welt si è aggiudicato la prima ripetizione di Janus, un tiro liberato da Alex Megos. Dopo la sua FA, Alex aveva proposto il grado di 9a, sebbene molti climber che avevano messo le mani sulla via propendessero per il 9a+. Inizialmente, durante i primi tentativi lo scorso anno, Moritz era orientato più sul 9a+, soprattutto se messo in comparazione con gli altri 9a della zona. Dopo aver chiuso diversi cantieri in Franken, Welt è tornato a dedicarsi a Janus nella primavera 2024, riuscendo a venirne a capo in fretta. Dopo la sua salita si è orientato sul 9a duro, confermando il grado proposto da Megos.

Fonte pagina Instagram degli scalatori

Cortesia foto Stefano Carnati

Alessandro Palma

Condividi: