HOT LINES: KRUDER, WINKLER E BIZJAK DA 9A - Up-Climbing

HOT LINES: KRUDER, WINKLER E BIZJAK DA 9A

LE ULTIME SALITE SUL NONO GRADO

Jernej Kruder esegue la seconda salita di La Bruja, Marwin Winkler si aggiudica Chilam Salsera e Jakob Bizjak sale Xaxid Hostel. 

L’improvvisa sterzata meteo di questo aprile 2024 sembra colpire non solo l’Italia ma l’intera Europa. Tornando alle temperature vivibili per la primavera, le condizioni per stampare i tiri duri stanno infuocando gli spiriti dei top climber in ogni angolo del pianeta e molti di loro non si lasciano sfuggire il momento. Partendo da una zona molto vicina all’Italia, in quel di Osp/Misja Pec troviamo Jakob Bizjak alle prese con un classico della zona. Lo sloveno si è aggiudicato Xaxid Hostel, che insieme a Martin Krpan e Sanjski Par forma il il trittico di 9a classici della zona. Il suo cantiere si è protratto per un anno a causa delle condizioni. Dopo essere caduto in cima per ben quattro volte nella stagione 2023, la stagione 2024 è stata quella giusta!

Spostandoci in Spagna, più precisamente a Villanueva del Rosario, incrociamo Marwin Winkler. Marwin mancava dal club del 9 dal 2019, anno in cui salì ben due 9a. Dopo quell’anno, il tedesco si è dedicato alla formazione nell’ambito delle scienze sportive, aprendo anche la piattaforma newbaselineclimbing, uno spazio dove scienza e arrampicata si fondono. Nella famosa falesia spagnola, il Dr. Winkler si è aggiudicato la salita di Salsa Desnivel, un bel 9a in forte strapiombo. Dopo un bel po’ di tempo passato a salire velocemente tiri fino all’8c+, Marwin torna con stile all’interno del magico club del 9!

The last but not the least: Jernej Kruder. Il fortissimo sloveno, capace di vincere la coppa del mondo boulder nel 2018, ci ha abituati a salite fuori dal comune. Nonostante i molti 9a in falesia e gli 8C boulder, Krudi ha da sempre un’attenzione particolare per quelle cose più ingaggiose, come il trad ed il multipitch. All’attivo ha infatti alcuni vie sulla Dolomiti davvero ostiche per i migliori alpinisti, figuriamoci per un boulderista! Ultimamente il talentuoso sloveno si è buttato sul trad e la sua ultima salita testimonia come anche questa branca dell’arrampicata gli riesca particolarmente bene. In quel di La Pedriza, capitale mondiale del trad, Jernej si è aggiudicato la seconda salita di La Bruja, un 9a ibrido a metà tra trad e sport climbing aperto da Ignacio Mulero. Rispetto a Mulero, Kruder ha utilizzato un solo kneepad e non ha coperto l’albero vicino con il pad, albero su cui ha preso comunque due belle schienate! Per domare i settanta movimenti che compongono questa via, Krudi si è focalizzato sull’ottimizzare le sezioni singole, per poi metterle insieme in un coraggioso tentativo dal basso.

Fonte Pagina Instagram degli atleti

Cortesia foto Jernej Kruder

Alessandro Palma

Condividi: