HOT LINES: VENTAJAS, BOSIO, CHUAT E ZEHANI - Up-Climbing

HOT LINES: VENTAJAS, BOSIO, CHUAT E ZEHANI

INDIGESTIONE DI NONI GRADI

Alex Ventajas chiude i conti con Los Inconformistas (8c+/9a) e, mentre Loic Zehani libera Les nymphes, Dylan Chuat e Anatole Bosio sono da 9a+.

Un periodo pieno di realizzazioni! L’ormai conosciuto Alex Ventajas, spagnolo ma italiano d’adozione, si è recato a Rodellar con una via in testa, intenzionato a chiudere il cantiere aperto lo scorso anno. Inaspettatamente, il murcia-veronese è venuto a capo del tiro in pochissimo tempo, trovandosi con ancora molto tempo libero e un’infinità di vie su cui mettere le mani. Dopo aver chiuso i conti con Los Inconformistas (8c+/9a) e con ancora parecchio tempo a disposizione, chissà che la Spagna non gli regali qualche altra chicca!

Poco distante, in Francia, parecchi top climber transalpini si stanno dando da fare per rispondere alle salite effettuate la scorsa settimana nel territorio austro-germanico. Uno di quelli che nelle ultime stagioni spicca di più su tutti è indubbiamente Loic Zehani, scalatore che si è sentito in dovere di rispondere agli ultimi nove con una bella first ascent. A Sainte Baume, il francese ha liberato Les Nymphes, un tiro che secondo lui vale il grado di 9a. La prima parte, che culmina addirittura con una parte “campus” (ovvero scalata senza piedi), è la più dura; dopo un buon riposo la via continua su una sezione più facile ma comunque impegnativa. Les Nymphes è però solo un ripiego: Loic è infatti indaffarato su Phoenix, una via che ancora attende la salita. Con il main proj bagnato, un 9a è quello che ci va per rimanere motivati!

Alzando un po’ il grado e passando al 9a+, rimaniamo in Francia e parliamo di Dylan Chuat e Anatole Bosio. A Pic Saint Loup, Dylan ha salito quella che ha definito una delle cinque vie più belle scalate nella sua carriera. Stiamo parlando ovviamente di Beyond, il magnifico master piece di Seb Bouin. Come molti ricorderanno, il tiro è stato inizialmente gradato 9a, ma Chuat ha ritenuto opportuno proporre un lieve upgrade a causa della rottura di due prese, che fanno risultare la via sensibilmente più difficile. Dopo Beyond, Dylan si è aggiudicato un altro 9a: Moksha. Secondo lui però un downgrade a 8c+ sarebbe gradito… Sempre in zona, sempre su grandi classici, troviamo Anatole Bosio. Nella falesia di Orgon, il francese si è aggiudicato il superclassico 9a+ di Sachidananda. Questo capolavoro di resistenza si caratterizza per due crux particolarmente duri, che hanno messo alle strette Anatole. La chiave per il successo, secondo lui, è stata il riuscire ad eseguire le due sezioni chiave senza errori, in una esecuzione che gli ha permesso di non sprecare alcuna energia.

Fonte pagina Instagram degli scalatori

Cortesia foto archivio Alex Ventajas

Alessandro Palma

Condividi: