Simone Pedeferri libera "Quello che non c'è" 8c+ - Up-Climbing

Simone Pedeferri libera “Quello che non c’è” 8c+

 
 
 
 
Simone Pedeferri –  forte climber del gruppo Ragni di Lecco – vive in Val Masino e proprio sulla pietra di questo splendido luogo porta avanti la sua arrampicata, sui blocchi come sulle grandi pareti o sui monotiri.
 
Da queste parti non si può parlare di alta difficoltà  senza incrociare le sue linee tracciate sul pungente granito mellico.
 
E’ recentissima la sua redpoint su un tiro particolarmente ostico per il quale ha proposto il grado 8c+: si tratta dell’ estensione di Luce di speranza sulla parete NE del Sasso di Remenno.
Pedeferri ha chiodato e liberato anche "Mirò" 8c e "Giuda è buono" 8b/c.
 
Ecco il suo report sul sito dei Ragni di Lecco:


"Ho in mente la foto di pura gioia di un bambino che raggiunge la sosta di una nuova via. Ottobre 2009, giornata umida e piovosa, dal mio lettore cd escono le note di "Quello che non c’è" degli AFTER HOURS, i miei occhi osservano il Sasso Remenno che lentamente si bagna, sotto la parete nord l’acqua non scorre e io come un bambino con la sua pistola cerco gli appigli per salire un muro di 50 metri perchè come dice la canzone "a volte quello che sembra alba non è".

Tre giorni dopo torno con il trapano dal basso, continuo dalla sosta di "Luce di speranza", proseguo verso l’immaginario e comincio a cercare quello che non c’è con il mio amico Sergey, ma l’inverno arriva presto e la magnesite sulla via viene sostituita dalle candele di ghiaccio che colano dalla cima, me ne vado per altre pareti più calde poi finita la preparazione del Melloblocco 2010 e dopo essermi ripreso da un infortunio posso riprendere ad usare corda e imbrago, con Sergey chiodo e libero "Mirò" 8c e "Giuda è buono" 8b/c

Poi… "quando le foglie cominciano ad essere Forti anche io mi sento Forte… e come un bambino con la sua pistola che spara diritto davanti a sé"… io ho sparato tutto per arrivare in catena a "Quello che non c’è".

Buon divertimento ai ripetitori.
Simone
 
Fonte: Ragni di Lecco

Condividi: