TOP LINES: I 9A DI OTTOBRE - Up-Climbing

TOP LINES: I 9A DI OTTOBRE

TOMATIS, BARROWS, KYSELA E ALTRI DA 9A

Ondata di condizioni in Europa: Giorgio Tomatis, Alex Barrows, Seb Bouin, Elias Kysela ed altri riescono sui loro progetti in aria di 9a.

Quando le temperature vanno giù, le realizzazioni vanno su. Jorge Diaz Rullo su Biographie è la punta di diamante di una bella serie di brillanti realizzazioni in giro per il mondo. Il cuneese Giorgio Tomatis, dopo la vittoria in coppa Italia lead, ha rispolverato un vecchio progetto: Agio. Liberato da Seve Scassa anni fa, questo tiro è rimasto orfano di una presa. Giorgio ha riscoperto il metodo ed ha ri-liberato la via, proponendo un upgrade da 8c a 8c+/9a

Dall’altro lato dell’Europa, il trentaseienne Alex Barrows ha salito Autoengaño, un 9a assai famoso in Rodellar. Con questa salita Alex si avvicina a quota 10 tiri di nono grado, di cui tre nell’ultimo anno. Con quasi vent’anni di differenza, il giovanissimo Elias Kysela ha ripetuto una via di Adam Ondra a Visnove. Questo tiro, davvero duro e difficile, prende il nome di Procesor e vale il grado di 9a/+. Per riuscire a venire a capo di questa lunghezza, il giovane ha impiegato circa venti sessioni di lavoro. 

Il fortissimo Samuel Ometz, direttamente dalla Svizzera, entra a gamba tesa nel gruppo, ripetendo X integral, una 9a liberato da Dylan Chuat. Questa via si trova nella falesia di Gottreux ed è un mix di stili completamente diversi l’uno dagli altri. Non lontano, nella falesia di Gimmewald, il fortissimo tedesco David Firneburg ha invece ripetuto Inferno, un classico 9a. Per il ventottenne si tratta del ventesimo tiro di nono grado, un curriculum davvero impressionante! Tornando nel cuneese, Seb Bouin ha ripetuto anche Cobra Reale. Poco dopo la sua salita di Lapsus, il francese si è aggiudicato anche questo bellissimo 8c+/9a.

Fonte pagine Instagram degli atleti

Cortesia foto Giorgio Tomatis

Alessandro Palma

Condividi: