Villars: vincono e Deng e Long - Up-Climbing

Villars: vincono e Deng e Long

Lijuang Deng e Jianguo Long vincono la prova di coppa del mondo speed a Villars.

Il movimento della speed è su una rampa di lancio. I record continuano a venir abbassati di gara in gara e, a distanza di pochi mesi, diversi atleti riescono a scendere sotto tempi che avrebbero garantito la vittoria. Nelle donne, solo la Miroslaw era riuscita a scendere sotto i sette secondi, mentre qui a Villars ben quattro atlete hanno fermato il cronometro in sei secondi. Negli uomini, i cinque secondi sono ormai necessari per entrare nei primi quaranta, mentre a inizio stagione bastavano per i primi venti. In particolare poi il livello degli indonesiani sembra essere irraggiungibile: nuovi record, quasi nessun errore, ogni gara un passo più vicino a scendere sotto i cinque secondi. Solo il team cinese è riuscito a infilarsi tra le loro file e trovare le tanto agoniate medaglie; insieme alla squadra femminile, la Cina conquista cinque medaglie su sei.

Nelle donne oro e argento volano diretti in Cina, con Lijuang Deng (CHN) al primo e Di Niu (CHN) al secondo posto. Unica non cinese sul podio, al terzo posto troviamo Desak Made Rita Kusuma Dewi (INA). Sedicesima Beatrice Colli, ormai presenza fissa in finale, e diciannovesima Giulia Randi.

Tra i maschietti il podio è tutto cinese, con tempi da capogiro ed un livello in continua crescita. Jianguo Long (CHN) ha conquistato l’oro, davanti a Peng Wu (CHN) e Jinbao Long (CHN) il bronzo. Quarto e quinto posto per le star Leonardo (INA) e Katibin (INA), che comunque rimangono protagonisti assoluti. Proprio Kiromal Katibin è ad oggi l’uomo più veloce sul pianeta, con un tempo record di 5.04″. Dodicesimo posto per il nostro Ludovico Fossali, ventesimo Gian Luca Zodda, ventiquattresimo Alessandro Cingari, ventiseiesimo Alessandro Boulos e ventinovesimo Matteo Zurloni.

Nella qualifica lead l’Italia non c’entra un risultato epico, solo Laura Rogora si qualifica per la semifinale.

Fonte IFSC

Alessandro Palma

 

Condividi: