COPPA ITALIA: ORO A SCOLARIS E TOMATIS - Up-Climbing

COPPA ITALIA: ORO A SCOLARIS E TOMATIS

ASSEGNATI I TITOLI OVERALL 2024

Ilaria Scolaris vince l’ultima prova e la classifica overall, mentre negli uomini l’oro va a Giorgio Tomatis e il circuito a Giovanni Placci. 

Il tempo ha graziato l’ultima prova di coppa Italia lead 2024, che a Campitello ha chiuso i battenti. Dopo il boulder, che ha già addirittura consegnato i titoli di campionessa e campione italiano assoluto, la lead conclude il circuito, con una tappa che assegna sia la medaglia di prova che quella di combinata overall. All’appello mancano ancora la speed, con una prova di coppa Italia ed il campionato italiano, il campionato italiano lead (luglio) ed i campionati italiani giovanili. Dopo un’inversione di rotta, il boulder ha visto tramutare la sua ultima prova (Genova) da coppa Italia a coppa Europa, omaggiando la città di un appuntamento di assoluto rilievo. In linea generale, la classifica ha visto parecchi parimeriti, con molti atleti che si sono visti spareggiare sul turno precedente. Ancora una volta è emerso come sia fondamentale riuscire a spingere al massimo in ogni turno, nonostante non sia quello decisivo per la medaglia: in caso di parimerito, potrebbe diventarlo. Un fattore interessante è la polivalenza degli atleti: molti nomi in finale, sia nella categoria femminile che in quella maschile, sono giovanissimi ed spaziano dal boulder alla lead… Un grande indice di come le giovani lee siano sempre più orientate verso la combinata olimpica.

Nel comparto femminile, Ilaria Scolaris (SASP) conclude al meglio la sua cavalcata vittoriosa nel circuito, aggiudicandosi una gara che l’ha vista sempre nella posizione di testa. Con due primi posti ed una terza piazza a Pero, Ilaria si aggiudica anche la vittoria nel circuito overall. Alle sue spalle, in ottima forma dopo l’infortunio, torna sul podio Claudia Ghisolfi (G. S. Fiamme Oro), mentre la regina del boulder Federica Papetti (Roc Brescia) parte al meglio con l’avventura CAI Climbing Team aggiudicandosi il bronzo. Seguono Federica Mabboni (Crazy Center), Valentina Arnoldi (Ragni di Lecco), Elena Brunetti (Climbing Side), Martina De Preto (Kundalini), Bettina Dorfmann (AVS), Leonie Hofer (AVS), Matilda Moar (AVS) e Jenny Lavarda (X-Fighter). Con Ilaria sull’ambito podio della generale Federica Mabboni (Crazy Center) e Valentina Arnoldi (Ragni di Lecco). 

Tra le file maschili Davide Picco (El Maneton) esalta tutto il pubblico presente e quello da casa, vincendo un magnifico turno di semifinale. Davide cederà poi il passo in finale, concludendo ai piedi del podio. La tappa va a Giorgio Tomatis (C. S. Esercito), seguito da Davide Colombo (G. S. Fiamme Oro) e da Luca Boldrini (Deva Wall). Seguono Luca Bertacco (King Rock), Giorgio Bendazzoli (El Maneton), Davide Picco (El Maneton), Riccardo Vicentini (Lupi Climbing Team), Gianluca Vighetti (ESCAPE), Simone Belardinelli (Climbing Side) e Luca Malosti (C. S. Esercito). La classifica generale va a Giovanni Placci (Orobia), dodicesimo in questa tappa, seguito da Riccardo Vicentini e  Matteo Reusa (ASD Kuota 8.10).

Fonte FASI

Cortesia foto OutThere Collective per FASI

Alessandro Palma

Condividi: