QUALIFICAZIONE OLIMPICA, COLLI E RANDI IN FINALE - Up-Climbing

QUALIFICAZIONE OLIMPICA, COLLI E RANDI IN FINALE

OTTIMA PROVA PER LE AZZURRE

Speed: Beatrice Colli e Giulia Randi conquistano la finale nella prima prova di qualificazione olimpica, svoltasi a Shanghai.

Insieme ai combinatisti della lead e del boulder, anche i migliori interpreti della speed sono accorsi a Shanghai per provare a giocarsi le ultime chance di partecipare alla prima Olimpiade dedicata alla velocità. Vista la grande attenzione che l’arrampicata ha ricevuto a Tokyo, il CIO ha deciso di optare per dare più spazio a questo sport emergente che sta decisamente decollando. Sentite le federazioni nazionali e la IFSC, il Comitato ha optato per raddoppiare le medaglie e separare la speed dalle altre due discipline, creando un’ulteriore step nella scala di sviluppo dello sport climbing. L’influenza olimpica si fa decisamente sentire e, per gli scettici, parlano i numeri: per la prima volta nella storia, poco tempo dopo il primo atleta da quattro secondi, il podio maschile è interamente sotto al 5.

Il team azzurro si è presentato compatto e in forze all’appuntamento, che contribuisce insieme al gemello di Budapest, a creare un ranking che screma i pretendenti alla gara a cinque cerchi. Rispetto alla combinata, i posti disponibili al termine della serie di gare sono decisamente inferiori ed ogni posizione in classifica può essere determinante. Come per la lead – boulder, anche la speed è soggetta al limite di due atleti per Nazione e, in base a questo calcolo, alcune atlete saranno automaticamente escluse anche se risulteranno tra le papabili per l’evento. Un esempio lampante è quello delle sorelle Kalucka: con la Miroslaw già qualificata, solo una di loro potrà accedere al pass olimpico, nonostante siano indubbiamente entrambe nella top cinque delle atlete mondiali. La vittoria nella categoria femminile è andata a Yafei Zhou (CHN), atleta che segna una crescita impressionante ad ogni gara. Rajiah Sallsabillah (INA) ha concluso seconda, mentre Natalia Kalucka (POL) terza. Beatrice Colli ha portato a casa un incoraggiante undicesimo posto, seguita da Giulia Randi che ultima in sedicesima posizione. Le due posizioni, specialmente quella di Beatrice, posso essere abbastanza per la qualifica, nel caso che le azzurre facciano un’ottima gara a Budapest.

In campo maschile l’Italia non è stata altrettanto fortunata e, nonostante i molti atleti in gara, nessuno è riuscito a sbloccare il pass per la finale. Nonostante gli ottimi tempi, Gian Luca Zodda ha concluso diciannovesimo, seguito a ruota da Ludovico Fossali in ventesima posizione; ventottesima piazza per Alessandro Boulos. In una gara dove stare sotti i cinque secondi sembra essere l’unica via per accedere al podio, Veddriq Leonardo (INA) conclude primo con un 4.83, seguito da Peng Wu (CHN) con 4.88 e Xinshang Wang (CHN) con 4.99.

Fonte e cortesia foto IFSC

Alessandro Palma

Condividi: