CAMPIONATI MONDIALI GIOVANILI DI SKYRUNNING – VERTICAL - Up-Climbing

CAMPIONATI MONDIALI GIOVANILI DI SKYRUNNING – VERTICAL

I vincitori della prima prova in Montenegro

I Campionati Mondiali Giovanili di Skyrunning hanno avuto inizio ieri, 28 giugno 2024, a Bar (Montenegro) con la prova vertical.

Gli atleti hanno gareggiato lungo un classico tracciato di 5 km con 1.000 m di dislivello, correndo in batterie divise per categorie di età, in competizione diretta con gli avversari.

Ehrle, il più veloce. Foto Milos Milenkovic

Il tedesco Lukas Ehrle, 19 anni, è stato il più veloce in assoluto, stabilendo il record e conquistando l’oro per la categoria Youth C maschile in 42’43”, seguito dagli spagnoli Lluis Puigvert e Ïu Net, terzo e quarto assoluti.

Il più veloce nella categoria U23 maschile è stato il giapponese Ryunosuke Omi, mentre l’italiano Alex Rigo e lo sloveno Klemen Španring hanno conquistato rispettivamente l’argento e il bronzo.

La medaglia d’oro nella Youth B non è stata una sorpresa per lo spagnolo Biel Sagues, plurimedagliato nei campionati precedenti. Ha anche chiuso all’undicesimo posto assoluto, dimostrando che il passaggio di categoria non ha influito sui suoi risultati. Argento e bronzo rispettivamente al norvegese Isak Drøpping e allo svedese Max Österberg.

La categoria Youth A è rimasta tra i Paesi storicamente più forti: Italia e Spagna. L’italiano Marco Magistro si è aggiudicato l’oro, mentre gli spagnoli Joan Guiteras e Gerard Lopez hanno conquistato rispettivamente l’argento e il bronzo.

Podio U23 ragazze, foto Milos-Milenkovic

La gara femminile ha visto ottime prestazioni da parte delle squadre del Regno Unito e del Giappone. La britannica Eve Pannone è stata la ragazza più veloce sul percorso, conquistando l’oro U23 in 54’04” davanti alla spagnola Laia Montoya e alla connazionale Betty Bergstrand.

Nella Youth C un’altra coppia britannica ha conquistato l’oro e il bronzo: Alexandra Whitaker e Beth Rawlinson, separate dalla giapponese Karen Kobayashi (argento).

La new entry slovena Klara Velepec, 18 anni, ha colpito tutti con una prestazione incredibile. Il suo 57’03” è stato il terzo miglior tempo in campo femminile e le è valso l’oro nella categoria Youth B davanti alla fortissima norvegese Ingeborg Syntnes (settima assoluta) e alla giapponese Riko Obata.

La Youth A si è decisa in uno sprint negli ultimi 50 metri della gara, dove la spagnola Nuria Calzada ha superato la giapponese Rina Ogake e ha vinto per soli sette secondi. Ogake è stata seguita dalla sua gemella, Yuna. Le sorelle, di appena 14 anni d’età (ne compiranno 15 a novembre), sono le più giovani del campionato, e hanno portato a casa le meritate medaglie d’argento e di bronzo. Saranno star del futuro?

Dopo la giornata di riposo di sabato, domenica 30 giugno si concluderà l’ottava edizione dei Campionati Mondiali Giovanili di Skyrunning con la disciplina SKY, caratterizzata da due distanze: un percorso più breve di 12 km con 800 m di dislivello per i più giovani, mentre i più grandi affronteranno l’intera Rumija SkyRace®: 21 km e 1.600 m di dislivello positivo, con la vetta a 1.580 m sopra il mare Adriatico, che premierà i corridori con panorami mozzafiato.

Risultati completi vertical

Sito della gara

ISF

In copertina: podio U23 maschile, argento all’Italia con Alex Rigo. Foto Milos Milenkovic

Condividi: