LEDRO SKY 2024 - Up-Climbing

LEDRO SKY 2024

Tanara e Rusconi campioni della nona edizione

La Ledro Sky – Senter dele Greste, una delle gare di skyrunning più attese e amate del calendario italiano e internazionale, si è svolta ieri, domenica 16 giugno in Val di Ledro.

La nona edizione, inserita per il secondo anno consecutivo nel circuito “The Golden Trail National Series” supported by Salomon e valevole come seconda prova, ha avuto ai nastri di partenza 470 atleti che si sono messi alla prova su un percorso “a fil di cielo” di 19 chilometri e un dislivello positivo di 1610 metri con vista sul Lago di Ledro.

I primi a raggiungere l’arrivo a Mezzolago, conquistando un percorso reso tecnicamente più difficile dalle piogge della notte prima, sono stati il veronese Mattia Tanara (A.S.D. Team KM Sport) e la lecchese Francesca Rusconi (Gr. Escurs. Falchi Olginatesi). Entrambi sono stati premiati con un trofeo realizzato dai ledrensi Luca Crosina e Andrea Luraschi.

I vincitori Francesca Rusconi e Mattia Tanara tra i volontari della SSD Tremalzo (Credits: Francesco Bergamaschi)

Tanara ha tagliato il traguardo in 1h 53m 38s, superando proprio negli ultimi metri il trentino Gardener – piazzatosi secondo – che aveva tallonato lungo tutto il percorso sulle creste. Imbattuto il record siglato da Cesare Maestri nel 2021 (1h 46m e 22s).

L’obiettivo era quello di arrivare il meno distante possibile da Stefano Gardener in salita così da recuperare poi in discesa. Il tratto più difficile e tecnico è stato quello per raggiungere Cima Parì ma il bello dello skyrunning è proprio questo, con salite e discese ripide”, ha commentato il vincitore al termine della gara. “Il tifo lungo il percorso della ‘Ledro Sky’ è bellissimo e caratterizza di certo la gara: è sempre un grande piacere avere persone che ti incitano a dare il massimo perchè ti danno la vera carica”.

Insieme a Tanara sono saliti sul podio il già citato Stefano Gardener (US Cornacci Tesero ASD), argento anche nella scorsa edizione, e Michele Meridio (Vicenza Marathon), che hanno raggiunto il traguardo rispettivamente in 1h 54m 33s e in 1h 59m 37s. I primi atleti di casa all’arrivo sono stati invece i ledrensi Michele Bartoli Renzo Cellana (SSD Tremalzo), posizionati rispettivamente al ventinovesimo e trentesimo posto.

In campo femminile l’oro è stato conquistato da Francesca Rusconi, già vincitrice della “Ledro Sky” nel 2019, che ha dominato la gara fin dalle prime battute. La brillante performance dell’atleta lecchese l’ha portata al traguardo in 2h 17m 23s: anche in questo caso, resiste il record di Alice Gaggi stabilito tre edizioni fa (2h 13m 03s).

Avevo un ricordo bellissimo di questa gara che ho vinto nel 2019: vincerla anche quest’anno è davvero molto emozionante, soprattutto perchè sono reduce da un malore avuto poche settimane fa e questo per me è un bel riscatto”, ha commentato la vincitrice. “Trovare lungo il percorso la banda e il tifo è stato bellissimo perché riesci a dare ancora di più: dovevo confrontarmi sulle salite e sulle discese con grandi atlete come Martina ed Alessia e l’incitamento delle persone è stato fondamentale”.

Completano il podio femminile Martina Bilora (Team New Balance) e Alessia Scaini (S.A. Valchiese), vincitrice della scorsa edizione. I rispettivi tempi sono:  2h 23m 52s e 2h 25m 10s.

Podio femminile: da sinistra Alessia Scaini, Francesca Rusconi, Martina Bilora (Credits: Renzo Mazzola)

Raggiungendo per primi Cima Parì (1988 m), punto culminante del percorso, Stefano Gardener e Francesca Rusconi si sono aggiudicati anche il Gran Premio della Montagna dedicato a Damiano Gnuffi.

Da sempre un evento sostenuto dal grande mondo del volontariato e vicino alla comunità, anche per quest’anno la Ledro Sky ha voluto al suo fianco ADMO, Associazione Donatori di Midollo Osseo, presente per sensibilizzare nei confronti della lotta contro le neoplasie del sangue. Testimonial presente all’evento il runner trentino Stefano Dalvai che, nel 2017, fece proprio alla “Ledro Sky” il suo esordio nelle gare di skyrunning dopo il trapianto di midollo.

Il circuito Golden Trail National Series proseguirà durante l’estate con due ulteriori tappe: a Canazei (TN) il 21 luglio con Dolomyths Run Sky Race e l’1 settembre a Pecol (BL) con Transpelmo.

In copertina: la vincitrice Francesca Rusconi lungo il percorso della “Ledro Sky – Senter dele Greste” (Credits: Francesco Bergamaschi)

 

Condividi: