Corsa in montagna, ripartono le gare - Up-Climbing

Corsa in montagna, ripartono le gare

Dopo il lungo stop dovuto all’emergenza coronavirus ripartono le gare di corsa in montagna.

Se da un lato i grandi circuiti internazionali e gran parte dei grandi eventi sono stati rinviati al 2021, dall’altro le manifestazioni sportive a livello nazionale si preparano a una ripartenza.

La FIDAL ha fissato per il 28 giugno la prima gara nazionale della stagione di corsa in montagna. Si tratta del Trofeo Ciolo, a Gagliano del Capo (Lecce), che si svolgerà su un nuovo tracciato di circa 4,5 chilometri ripensato per le attuali misure di tutela della salute.

Per il momento sono consentite partenze a cronometro e non in linea, competizioni senza pubblico, con rispetto permanente della distanza interpersonale e l’utilizzo di dispositivi di protezione in ogni momento pre e post competizione. Perciò a livello sperimentale si potranno disputare le manifestazioni di corsa in montagna e trail inserite nel calendario nazionale, sempre nel rispetto dei vincoli e delle attenzioni imposte dalla presenza del virus sul territorio.

I campionati italiani per le varie categorie sono già presenti in calendario: si partirà con il settore giovanile dal Fletta Trail di Malonno (BS) che il 1° agosto metterà in palio i titoli delle staffette cadetti e allievi. Saranno invece a Susa (Torino) nel weekend del 22-23 agosto i campionati giovanili individuali e il campionato cadetti per regioni, abbinati agli Assoluti che, alla luce dell’annullamento della prima prova, diventeranno gara unica per l’assegnazione dei titoli italiani. Tre inoltre gli eventi tricolori in autunno: lunghe distanze in occasione del Trofeo Nasego di Casto (BS) il 4 ottobre, il chilometro verticale a Chiavenna (SO) una settimana più tardi (11 ottobre) e a chiudere le staffette assolute, juniores e master nel Trofeo Vanoni del 25 ottobre a Morbegno (SO). Vedere anche la sezione eventi.

Fonte: FIDAL.

Condividi: